Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Sanantonio

C'è da rodersi il fegato

Sanantonio

C'è da rodersi il fegato

febbraio 2014, pp. 208, e-Book
ISBN: 9788866324881
Traduzione: Bruno Just Lazzari
Collana: eBook
Edizione cartacea Edizione cartacea Edizione cartacea
€ 4,99
Come acquistare Come acquistare Come acquistare

Il libro

Stavolta, cari amici, vi va decisamente male: potete anche scordarvela la vostra avventura mensile col Sanantonio del cuore. E non rognate, perché oggi sono incavolato di brutto! Dunque, vi spiego: sono a Liegi che mi annoio a morte, in attesa di un colpo di bigofono del Vecchio, che deve scatenare tutta la “furia sanantoniana” su una pista di biechi spioni… e cosa succede? Il Vecchio Pelato mi squilla che non se ne fa più niente, che è tutto rimandato, che gli altri hanno cambiato idea e amen! Be’, ci resto proprio di princisbecco (logico!) e sono costretto a preparare i bagagli per rientrare at home. Prima, però, per non deludere i milioni di piccioni che hanno scoperto questo libro, decido di organizzare alla veloce una inchiestina belga, con contorno di tre o quattro maccabei al sangue… Potete anche accontentarvi, no, una volta? Quindi, prendete su, incartate e portate a casa.

L'autore

Sanantonio
Nota dell'Editore Nel ripubblicare la serie di Sanantonio a distanza di oltre quarant’anni dalla prima edizione nei gialli Mondadori (Le inchieste del commissario Sanantonio), abbiamo cercato di seguire il criterio dell’ordine cronologico delle edizioni originali francesi (iniziate nel 1949), che è diverso dall’ordine adottato da Mondadori.
Il nostro ordine cronologico è quindi più vicino a quello originale francese. Tuttavia non abbiamo potuto attenerci completamente a quest’ultimo perché abbiamo deciso di utilizzare solamente le eccellenti traduzioni di Bruno Just Lazzari dal momento che rendono magnificamente la lingua originale e brillantissima di Sanantonio e hanno uno stile omogeneo.
Se Lazzari ha tradotto la grande maggioranza dei romanzi di Sanantonio, ne rimangono però alcuni (soprattutto tra i primi delle edizioni Mondadori) che non sono stati tradotti da lui.
Approfittiamo così di questa nota per rendere omaggio alla qualità del lavoro di editori e traduttori italiani del passato, capaci di pubblicare con rigore ed estro opere anche molto popolari come lo è stata la serie di Sanantonio che ha venduto milioni di copie.