Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Sélim Nassib

Una sera qualsiasi a Beirut

Sélim Nassib

Una sera qualsiasi a Beirut

aprile 2006, pp. 144
ISBN: 9788876417191
Traduzione: Gaia Panfili
Area geografica: Letterature nord-africane, arabe e del Medio Oriente
Collana: Assolo
€ 11,00
Non disponibile Non disponibile Non disponibile

Il libro

Una volta l’Oriente aveva un’accezione diversa da quella odierna. Era uno spazio dai confini vaghi e sfumati, che racchiudeva mondi lontanissimi tra di loro. Parlando di “Oriente” si alludeva soprattutto a un universo esotico, sensuale, misterioso, dove una raffinata arte del vivere conviveva con una saggezza millenaria ma anche con l’intrigo e la violenza. Tutti luoghi comuni di cui oggi l’atroce attualità politica ha fatto giustizia? Oppure qualcosa di vero c’è stato e sopravvive di questa antica immagine dell’Oriente che avevamo noi occidentali?
Questo libro di Sélim Nassib vive dentro queste domande. I suoi racconti sono completamente immersi nell’attualità e nella storia politica mediorientale ma al tempo stesso evocano delle atmosfere fuori dal tempo, raccontano una sensibilità che è diversa dalla nostra occidentale ma che ci attrae irresistibilmente come la metà spezzata di un’unità mediterranea che abbiamo perso.
Con stile efficace e ritmo serrato, lo scrittore libanese apre uno squarcio su realtà quotidiane in Cisgiordania, a Gerusalemme, a Beirut, dando voce a una carrellata di persone comuni alle prese con un momento di rottura nella loro esistenza. La bambina a cui viene imposto per la prima volta il velo, il vecchio alla vigilia della guerra del Golfo, l’emigrante di ritorno dopo anni di vita in occidente, la vecchia che scopre che nella casa espropriatale nel 1948 sono andati a vivere altri palestinesi come lei… La scrittura incalzante, densa, tesa riproduce con spigliata oralità i dubbi, lo sgomento, i timori di quanti vivono situazioni personalissime, e che tuttavia il lettore percepisce come emblematiche.

L'autore

Sélim Nassib
Sélim Nassib è nato a Beirut nel 1946 da famiglia ebrea. Trasferitosi in Francia nel 1969 ha lavorato come giornalista. Inviato di Libération nella guerra in Libano, ha collaborato con altre importanti testate. Nel 1990 ha abbandonato il giornalismo per dedicarsi interamente alla scrittura. Autore di racconti ambientati nel mondo arabo contemporaneo L'homme assis, di un romanzo sulla guerra Fou de Beyrout e di un'autobiografia romanzata Clandestin, Sélim Nassib ha conosciuto in Italia il successo letterario con Ti ho amata per la tua voce (e/o), romanzo imperniato sulla leggendaria figura della cantante araba Umm Kalthum.

Recensioni

Volumi correlati per appartenenza geografica

  • Yasmina Khadra

    Doppio bianco

    2016, pp. 160, € 8,00
    Ben Ouda, ex diplomatico, un tempo molto potente, viene selvaggiamente assassinato nella sua casa di Algeri. Poche ore dopo, Abad Nasser, professore...
  • Yasmina Khadra

    Morituri

    2016, pp. 160, € 8,00
    Il mestiere di poliziotto è pericoloso a qualsiasi latitudine, ma ad Algeri diventa sfida con la morte perché anche i cadaveri sono imbottiti...
  • Saleem Haddad

    Ultimo giro al Guapa

    2016, pp. 320, € 18,00
    Un ritratto scabroso e vero della generazione scesa in piazza durante le primavere arabe, sospesa tra fermento politico e ansie, tra aspirazione alla...
  • Ahmed Saadawi

    Frankenstein a Baghdad

    2015, pp. 352, € 18,00
    «Saadawi utilizza il realismo magico con ottimi risultati, mescolando la fantasia con la macabra realtà di Baghdad. L’elemento fantastico aggiunge...
  • Muhammad Al-Busati

    Fame

    2014, pp. 120, € 12,50
    In un piccolo villaggio della campagna egiziana Sakina, Zaghlul e i loro due figli lottano come possono contro la fame. Quando in casa non c’è...
  • Hamid Grine

    Camus nel narghilè

    2013, pp. 176, € 17,50
    Nabil, professore di letteratura francese in un liceo di Algeri, tutto scuola e famiglia, viene a sapere durante il funerale del padre che in realtà...