Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Etgar Keret

Abram Kadabram

Etgar Keret

Abram Kadabram

aprile 2008, pp. 160
ISBN: 9788876418228
Traduzione: Alessandra Shomroni
Area geografica: Letteratura israeliana
Collana: Dal Mondo
€ 15,00
Come acquistare Come acquistare Come acquistare

Il libro

Difficile spiegare lo straordinario fascino e la comicità irresistibile di questo libro che il quotidiano Yediyot Acharonot ha indicato come uno dei cinquanta più importanti della letteratura israeliana.

Provate con l’inizio del racconto “Pazienza”: “L’uomo più paziente del mondo sedeva su una panchina vicino a Dizengoff square. Accanto a lui non c’era nessuno, nemmeno dei piccioni. I depravati nei cessi pubblici emettevano gemiti così forti e strani che era impossibile ignorarli. L’uomo più paziente del mondo teneva in mano il giornale e faceva finta di niente. Non stava veramente leggendo, aspettava qualcosa. Nessuno sapeva cosa. Un giornale scandalistico inglese aveva offerto diecimila sterline a chi avesse scoperto cosa stava aspettando. Nessuno c’era riuscito. Nell’unica intervista che aveva accettato di rilasciare a un giornalista della CNN l’uomo più paziente del mondo aveva detto che aspettava molte cose ma non era il caso di parlarne. «E quando sarà il caso?» aveva domandato l’energico giornalista. Ma l’uomo più paziente del mondo non gli aveva risposto, aveva solo atteso in silenzio la domanda seguente. Il giornalista aveva aspettato e aspettato e aspettato e poi aveva ridato la linea allo studio…”.

Questo è Etgar Keret, giovane scrittore di fama internazionale e adesso anche regista, assieme alla moglie Shira Geffen, di Meduse, film premiato a Cannes con la Caméra d’Or e distribuito in Italia dalla Sacher. E’ nato a Tel Aviv nel 1967. Ha iniziato a scrivere a 19 anni, durante il servizio militare. Autore di sceneggiature per il cinema, storie per la televisione, novelle, libri di fumetti e di un musical, è considerato uno dei maggiori esponenti della nuova generazione di scrittori israeliani.

I suoi libri sono tradotti in molti paesi. Le Edizioni e/o hanno pubblicato, oltre a Abram Kadabram, la raccolta di racconti Pizzeria Kamikaze, il racconto per bambini Papà è scappato col circo, Gaza blues, scritto insieme al palestinese Samir El-Youssef, e Le tette di una diciottenne, inizialmente apparso nella collana Dal mondo con il titolo Io sono lui.

  * Etgar Keret sarà ospite della prossima Fiera Internazionale del libro di Torino (8-12 maggio 2008)

Recensioni

Volumi correlati per appartenenza geografica

  • Benjamin Tammuz

    Requiem per Naaman

    2014, pp. 192, € 9,00
    Requiem per Naaman è la storia di quattro generazioni della famiglia Abramson. Il “fondatore” emigra in Palestina alla fine dell’Ottocento,...
  • Benjamin Tammuz

    Il frutteto

    2014, pp. 128, € 9,00
    Il frutteto, un altro magnifico romanzo dell’autore de  Il Minotauro, ancora una volta ha come scenario il Mediterraneo, spazio di sensuali...
  • Yishai Sarid

    Il poeta di Gaza

    2013, pp. 192, € 9,00
    Un giovane ufficiale dei servizi segreti israeliani del ramo antiterrorismo ottiene un incarico differente dal solito: fingendo di essere un aspirante...
  • Abraham B. Yehoshua

    Ebreo, israeliano, sionista. Concetti da precisare

    2011, pp. 112, € 8,00
    Il maggior narratore della storia e delle contraddizioni dello stato di Israele definisce una volta per tutte il significato di parole usate con colpevole...
  • Benjamin Tammuz

    Il minotauro

    2011, pp. 176, € 9,50
    Questa spy-story d’autore, pubblicata nel 1980 in Israele, fu salutata l’anno dopo da Graham Greene come il miglior romanzo tradotto dell’anno.
  • Savyon Liebrecht

    La banalità dell'amore

    2010, pp. 144, € 14,00
    La pièce è incentrata sull’amore tra Hannah Arendt e Martin Heidegger, l’azione si svolge in due luoghi diversi, con salti di tempo e di spazio.