Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Filippo La Porta

Diario di un patriota perplesso negli USA

Filippo La Porta

Diario di un patriota perplesso negli USA

aprile 2008, pp. 144
ISBN: 9788876418303
Area geografica: Autori italiani
Collana: Assolo
€ 12,50
Come acquistare Come acquistare Come acquistare

Il libro

Quand’è che ci sentiamo più italiani, quando indossiamo una giacca Armani o quando leggiamo Dante? Come mai un americano ha rispetto per la propria bandiera, mentre a noi italiani il tricolore non ci commuove tanto? Funziona meglio una società con regole rigide, anonime, condivise, come quella americana o una società flessibile, dove si cerca anzitutto di risolvere i problemi, in una continua deroga, come avviene da noi? E ancora: gli italiani sono davvero riformabili, correggibili? Ed è giusto auspicare una cosa del genere? Questi alcuni interrogativi su cui un “patriota perplesso” ha rimuginato durante un soggiorno negli Stati Uniti. Se davvero ciò che unisce gli italiani non è un patto sociale o una tradizione militare o la lealtà allo stato ma l’amore per la bellezza, come pensava Carlo Levi, oggi questo amore va dimostrato di nuovo. Il patriottismo può essere declinato anche attraverso la difesa del paesaggio o un comportamento civicamente responsabile.
In una puntata dei Simpson ambientata nel Bel Paese, dove il paesaggio è luminoso e ha contorni rifiniti, sopra la fabbrica automobilistica Lamborgotti campeggia beffarda la scritta: “Per chi non ha veramente niente dentro!”. Cos’è allora questo “amore per la bellezza” che può definirci e darci un nuovo senso della patria? L’eccellenza nella moda, design, pubblicità, oppure qualcosa di più, uno stile di vita “bello”, per chi dentro di sé ha ancora qualcosa.

L'autore

Filippo La Porta
Filippo La Porta è nato a Roma nel 1952. Saggista e critico letterario, collabora con L’Unità, La Repubblica, il Corriere della Sera, Il Manifesto e numerose altre testate. È inoltre autore di Maestri irregolari (Bollati Boringhieri 2007), Dizionario della critica militante, con Giuseppe Leonelli  (Bompiani 2007), La nuova narrativa italiana. Travestimenti e stili di fine secolo (Bollati Boringhieri 1999), Manuale di scrittura creatina. Per un antidoping della letteratura (Minimum Fax 1999), Narratori di un sud disperso. Cantastorie in un mondo senza storie (L’Ancora del Mediterraneo 2000).

Recensioni

Volumi correlati per appartenenza geografica

  • Giorgia Lepore

    Angelo che sei il mio custode

    2016, pp. 256, € 16,50
    Giorgia Lepore ci regala un noir denso e profondo, dove ossessioni e segreti si rivelano nei meandri dell’animo umano e nelle viscere della terra.
  • Marco Rossari

    Le cento vite di Nemesio

    2016, pp. 512, € 18,00
    Un romanzo scatenato in cui tra storia e invenzione sfilano gli amori e le passioni di tutta un’era, la Parigi bohémienne e la Germania di Weimar,...
  • Elena Ferrante

    La frantumaglia

    2016, pp. 384, € 19,00
    Questo libro ci porta nel laboratorio di Elena Ferrante, ci permette di dare uno sguardo nei cassetti da cui sono usciti i suoi primi tre romanzi...
  • Fabio Bartolomei

    La grazia del demolitore

    2016, pp. 280, € 18,00
    Il nuovo, attesissimo romanzo di Fabio Bartolomei.
  • Massimo Carlotto

    Arrivederci amore, ciao / Alla fine di un giorno noioso

    2016, pp. 336, € 9,90
    In un unico volume i due romanzi che hanno reso celebre Giorgio Pellegrini, la grande carogna del noir italiano. Con un nuovo capitolo.
  • Massimo Carlotto, Paolo Foschi, Carlo Mazza, Luca Poldelmengo, Piergiorgio Pulixi, Roberto Riccardi, Patrizia Rinaldi, Matteo Strukul, Massimo Torre

    Giochi di ruolo al Maracanã

    2016, pp. 240, € 16,00
    Nove racconti sul lato oscuro delle Olimpiadi