Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Letteratura degli Stati Uniti

Henry Sutton

Henry Sutton

Henry Sutton è nato nel Norfolk nel 1963. E’ stato literary editor della rivista Esquire dal 2002 al 2007; dal 2011 è books editor del Daily Mirror. Dal 1995 ha pubblicato sei romanzi; da Kids’ Stuff (2003) è stato tratto un adattamento per il teatro.

Tutti i libri di Henry Sutton

Ultime recensioni

  • Tre volte in un mese. Si sono rotti tre volte in un mese. Eppure quella montatura di occhiali aveva un discreto valore, si tratta di Lindberg nuovi di pacca, sui quali i venditori avevano giurato di aver montato le lenti migliori sul mercato. Un design unico, irripetibile. ...
    — Mangialibri, 7 maggio 2012
  • Matt Freeman: un nome che è una contraddizione in termini per il protagonista del brillante romanzo Tiratemi fuori di qui di Henry Sutton. Matt - un nome che suona quasi come mad: e Matt Freeman è un pazzo, questo è certo -, è tutt'altro che un "uomo libero". È totalmente...
    — Wuz, 28 gennaio 2012
  • Appena incontriamo Matt Freeman, l'antieroe di questo romanzo, ci facciamo un'idea di che tipo è: amaro, vanitoso, priapesco e con manie di grandezza. È un cafone, un perdente, un tipo decisamente spiacevole. Come narratore, tutta:' via, Matt Freeman è superbo. È un bugiardo...
    — Internazionale, 20 gennaio 2012
  • Sapete, quei vini non troppo saporiti, li bevi quasi senza pensarci… “si lascia bere”, ecco cosa si dice dopo averlo assaggiato. Dopo un paio d’ore sei là che ridi come un matto, mezzo ubriaco… ecco, così anche questo libro. L’abbiamo trovato rovistando in negozio.
    — La Toletta - Librerie, 19 gennaio 2012
  • Il protagonista di questa storia avrebbe tutto per essere felice e contento: è giovane e di bell’aspetto, ed è un imprenditore vincente con contatti importanti. Però Matt Freeman, così si chiama, è un po’ psicotico. È ossessionato dalle apparenze, dai vestiti firmati...
    — Lettera 43, 18 gennaio 2012
  • In una Londra tormentata dalla recessione economica avere successo è difficile, ma Matt Freeman ce l’ha fatta. E’ giovane – la trentina appena passata –, di bell’aspetto e curato nel vestire: occhiali costosi, orologio di marca, abbigliamento elegante e ricercato.
    — Luuk Magazine, 15 gennaio 2012

Letteratura degli Stati Uniti