Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Autori italiani

Simona Lo Iacono

Simona Lo Iacono

Simona Lo Iacono è nata a Siracusa nel 1970. Magistrato, presta servizio presso il tribunale di Catania. Ha pubblicato diversi racconti e vinto concorsi letterari di poesia e narrativa. Sul blog letterario Letteratitudine di Massimo Maugeri cura una rubrica che coniuga norma e parola, letteratura e diritto, dal nome “Letteratura è diritto, letteratura è vita”. Il suo primo romanzo, Tu non dici parole (Perrone 2008), ha vinto il premio Vittorini Opera prima. Nel 2010 le sono stati conferiti il Premio Internazionale Sicilia “Il Paladino” per la narrativa e il Premio Festival del talento città di Siracusa.
Nel 2011 ha pubblicato Stasera Anna dorme presto (Cavallo di Ferro), con cui ha vinto il premio Ninfa Galatea ed è stata finalista al Premio Città di Viagrande. Nel 2013, sempre per Cavallo di Ferro, ha pubblicato il romanzo Effatà, vincitore del Premio Martoglio e del premio Donna siciliana 2014 per la letteratura.
Attualmente conduce sul digitale terrestre un format letterario dal nome BUC, trasmissione che mescola al libro varie discipline artistiche, e cura sulla pagina culturale della Sicilia la rubrica letteraria “Scrittori allo specchio”. Presta inoltre servizio presso il carcere di Brucoli come volontaria, tenendo corsi di letteratura, scrittura e teatro, tutti mezzi artistici con i quali intende attuare il principio rieducativo della pena sancito dall’art 27 della Costituzione.

Tutti i libri di Simona Lo Iacono

Prossimi appuntamenti

Simona Lo Iacono fra i dodici candidati al Premio Strega 2016 con Le streghe di Lenzavacche.

Ultime recensioni

  • Mettetevi tranquille con una birra fredda in una mano e un fazzoletto per raccogliere le lacrime dall’altra. Ecco siete pronte per farvi avvolgere dalla poesia di questo libro, ambientato in un paesino sperduto della Sicilia. Una bellissima storia d’amore di quelle che fanno...
    — Tuba Bazaar, 7 dicembre 2016
  • Come il precedente Effatà (in ebraico "apriti"), anche questo recente romanzo racconta di un'infanzia difficile, dell'amore per chi ha bisogno, dello sforzo di comunicazione. Ed è giocato su più piani temporali che s'intrecciano. In Effatà, ambientato nella Siracusa dell'autrice,...
    — L'indice dei libri del mese, 28 novembre 2016
  • Con "Oltre le sbarre", il progetto di Sicilia Journal, apriamo una dimensione diversa sui detenuti, lontano dai pregiudizi. Affinché si possa comprendere che loro rappresentano il cambiamento che hanno scelto di intraprendere e non l'errore commesso. Abbattiamo i muri e impariamo...
    — Sicilia Journal, 25 novembre 2016
  • E’ la Sicilia del 1938 a Lenzavacche, un minuscolo paese dove il tempo sembra essersi fermato per sempre e l’eco del fascismo, nella periferia d’Italia, echeggia solo dalle lettere del maestro Alfredo Mancuso che racconta ad una zia la scuola dell’epoca, rigida e asservita...
    — Contrappunti, 24 novembre 2016
  • Come il precedente Effatà (in ebraico “apriti”), anche questo recente romanzo racconta di un’infanzia difficile, dell’amore per chi ha bisogno, dello sforzo di comunicazione. Ed è giocato su più piani temporali che s’intrecciano. In Effatà, ambientato nella Siracusa...
    — L'indice online, 1 novembre 2016
  • Le streghe di Lenzavacche su Telecittà
    — Telecittà Siracusa, 29 ottobre 2016
  • Quarta puntata della rubrica ZIG ZAG curata da Daniela Alparone della Libreria Dovilio. La libraia ci presenta " Le Streghe di Lenzavacche di Simona Lo Iacono edito da e/o. La scrittice sarà ospite della libreria giorno 15 Ottobre alle ore 18:00.
    — Youtube, 10 ottobre 2016
  • Una delle caratteristiche principali della poetica di Simona Lo Iacono consiste nella commistione tra letteratura e diritto, tra narrazione e norma giuridica. Questo elemento, che potremmo considerare come vero e proprio marchio caratterizzante della scrittura dell’autrice...
    — La poesia e lo spirito, 10 ottobre 2016
  • Non c’è società che non abbia le sue streghe; non c’è società che non le tema; non c’è società che non le voglia eliminare; non c’è società che non le abbia eliminate. Ma chi è una “strega”? Una donna malvagia che opera malefici e sortilegi in sabba...
    — Giancarla Paladini, 22 settembre 2016
  • È un romanzo bellissimo, una storia che ti cattura con la sua intrigata e sapiente leggerezza, una narrazione che ti porta con sé in un viaggio immaginifico fino agli inferi (che poi tali non sono) per risalire fino al cielo di ciascuna esistenza, anche la più provata.
    — Art a part of culture, 9 settembre 2016
  • La prima volta che ti vidi era talmente imperfetto che pensai che nonna Tilde avesse ragione. Avrei dovuto mettere sotto la tua culla otto pugni di sale, bere acqua di pozzo e invocare le anime del purgatorio. Poi dire tre volte: «Maria Santissima abbi pietà di lui», affidarti...
    — Cronaca qui, 27 agosto 2016
  • Maternità a 360 gradi. Vista come accoglienza, vissuta anche da chi non ha figli e pure dagli uomini, questo il messaggio che vuole trasmettere Simona Lo Iacono (Siracusa, 1970), giunta tra i dodici finalisti del Premio Strega con il romanzo «Le streghe di Lenzavacche» (E/o,...
    — L'Arena, 20 agosto 2016
  • Guarda l'intervista a Simona Lo Iacono
    — TG5, 17 agosto 2016
  • Il punto, verrebbe da dire dunque, non è tanto ribellarsi, quanto saperlo fare. Per non finire male, come toccava in sorte alle streghe. Lo ricorda un romanzo dalla prosa evocativa, quasi poetica, di Simona Lo Iacono, Le streghe di Lanzavacche, (Edizioni e/o).
    — Left, 13 agosto 2016
  • Ambientato nel periodo fascista, con un salto temporale, l’intreccio riporta il lettore indietro di secoli e precisamente al 1699. Felice, nato da un amore “di passaggio”, peccaminoso, vive con la mamma Rosalba e la nonna Tilde, una famiglia che vive ai margini del paese,...
    — Manfredonia News, 8 agosto 2016
  • Intervista a Simona Lo Iacono, autrice di "Le streghe di Lenzavacche"
    — Flanerì, 3 agosto 2016
  • A cura dell’assessorato comunale alla Cultura, sarà presentato sabato 23 luglio 2016, ore 18,30, a Motta Sant’Anastasia, nel cortile esterno della Biblioteca com.le, al n. 48 di via Roma, il libro “Le streghe di Lenzavacche” (Edizioni e/o) di Simona Lo Iacono, magistrato...
    — Letteratitudine, 19 luglio 2016
  • Nel romanzo Le streghe di Lenzavacche, il quarto della scrittrice e magistrato siracusana Simona Lo Iacono, la disabilità, le donne, la solidarietà nella Sicilia ai tempi del Fascismo
    — Sicilia in Rosa, 10 luglio 2016
  • Già, la Sicilia: in cui c’è un isolotto, l’Isola delle Femmine, ove qualche secolo fa, secondo una leggenda popolare, vissero prigioniere, per sette anni, tredici fanciulle turche, macchiatesi di chissà quali gravi colpe. La stessa terra che ha dato i natali a uno scrittore,...
    — Avvenire, 10 luglio 2016
  • Una canzone per le Streghe di Fiorenzo Lo Presti.
    — Youtube, 7 luglio 2016

Autori italiani