Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Indovina con chi mi sposo

Autore: Fabienne Pascaud (Telerama)
Testata: Internazionale
Data: 26 aprile 2011

Ha scritto il suo primo romanzo a quattordici anni, e a 23 firma il secondo: Alice Zeniter, appassionata di teatro, ha il senso e l'erudizione della lingua, a cui sa dar forma con una vitalità rinfrancante. Soprattutto, la scrittrice è figlia del suo tempo, delle sue disillusioni, a cui dà voce in un monologo che è quasi un grido, in un primo capitolo allucinante. Per resistere al razzismo circostante e alle sue derive identitarie, un personaggio che porta lo stesso nome dell'autrice - Alice Zeniter - sceglie di contrarre tm "matrimonio bianco" per salvare un compagno d 'infanzia da un rimpatrio forzato in Mali. Da una decisione coraggiosa e impegnata sorge allora la stupefacente cronaca di una generazione poco conosciuta, o conosciuta solo attraverso i cliché: quella dei liceali delle nostre eterogenee periferie. È di se stessa che parla Alice Zeniter o gioca con il suo riflesso in un libro-specchio che mescola con talento inchiesta e finzione, verità e menzogne? Poco importa. Di pagina in pagina, riesce ad aprirci un mondo conflittuale e paradossale, attraverso una scrittura molto elaborata, ma sempre capace di ritrovare efficacia e semplicità. Un pugno in faccia.