Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Dalla cronaca barese un romanzo d'esordio da non perdere: Come lupi di fronte al mare

Autore: Alessandra Montemurro
Testata: Mediterraneo Online
Data: 12 ottobre 2011

Estate 2009. Una Bari misteriosa e dolente è al centro del noir mediterraneo di Carlo Mazza (classe 1956), al suo esordio letterario con "Lupi di fronte al Mare", edizioni E/O. La trama ruota intorno alle vicende della sanità pugliese che da tempo conosce i problemi di deficit e malaffare.
Personaggi che disegnano un intricato sistema di interessi, intrighi politici e di palazzo, rapporti tra malavita e avvocati potenti. Avidità e cupidigia dei personaggi si mescolano alla loro stessa ingenuità.

«Un romanzo "urgente e non moralistico - sottolinea l'autore - che però ben descrive un'epoca».

Sembra quasi scritto sulla scia degli avvenimenti di cronaca locale e nazionale degli ultimi anni, diremmo noi con un riferimento alle vicende reali della sanità pugliese, vittima di scandali quotidianamente al centro dell'attenzione.

Partendo dalla realtà circoscritta e specifica della sua città, Mazza vuole rappresentare l'intero Paese, in cui il potere della corruzione può essere fermato solo dai sentimenti umani, considerati come l'unica forza in grado di contrastare il degrado politico e morale di una società fatta di lupi da tenere a bada attraverso la riscoperta della semplicità quotidiana, espressa anche attraverso l'uso del dialetto.