Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Recensione in Anteprima: Tutto accade oggi di Jesse Browner

Testata: Cuore d'inchiostro
Data: 21 agosto 2011

Tutto accade oggi.
Un titolo che fa decisamente centro e che rivela il cuore di una storia profonda, matura, quotidiana.
Un romanzo che pur avendo per protagonista un adolescente, un diciassettenne, sa elevarsi a romanzo per tutte le età.
E' accaduto tutto in poche pagine: ne bastano 222 per comprendere a fondo inquietudini, timori, desideri di Leslie, un adolescente che preferisce cambiare il suo nome in Wes per non rischiare di essere preso in giro per quel nome fin troppo femminile.
Wes ci appare immediatamente fragile, combattuto, un ragazzo che non vive tranquillamente o magari superficialmente la sua età.
Scopriamo che è alle prese con una coppia di genitori disastrati: una mamma malata, ormai allettata, di cui prendersi cura come fosse una bambina; un padre che pare chiuda gli occhi davanti a ciò che non va all'interno della famiglia, e che sceglie quel momento delicato per dedicarsi alla sua crisi di mezza età; una sorellina, Nora, la più saggia e in gamba di tutta la famiglia, che quando non riesce ad affrontare la situazione si trasforma in Bobby, un personaggio molto più maturo di lei che sa essere d'aiuto per tutti, e che presto diventa indispensabile per ognuno di loro. Sempre più spesso sarà proprio Wes ad occuparsi della mamma, della sorellina, della spesa, dei pasti.
Accanto all'impegnativa vita familiare, il ragazzo ha la sua non troppo movimentata vita sociale: la scuola, il migliore amico, la ragazza di cui pensa di essere profondamente innamorato da un anno, (anche se non ha mai mosso un dito per farglielo capire).
Tutto sommato, la sua condizione non è troppo detestabile, se non fosse per quel particolare che fa crollare l'equilibrio precario del ragazzo: la sua prima notte di sesso.
Con la ragazza sbagliata.
Nel momento sbagliato.
Tutto inizia e finisce lì, per Wes. Ma per il lettore affascinato da questa storia, in realtà la frase andrebbe scritta così: tutto finisce e inizia lì.
Non voglio continuare a riassumere gli eventi di quella giornata, perché Jesse Browner lo sa fare in maniera perfetta attraverso le parole e i pensieri di Wes.
Voglio stare qui a raccontarvi come questa storia sia una storia necessaria, spesso, per comprendere il mondo degli adolescenti, senza alcun bisogno di effetti speciali. Necessaria per comprendere il bisogno di una famiglia unita, una famiglia che si sappia comportare come tale, dove ognuno possa svolgere il ruolo che gli compete. Necessaria ancora per capire che a 17 anni è bene essere maturi, è bene riflettere, è bene avere i propri ideali, ma è giusto sapersi lasciar andare, accettare i cambiamenti che intervengono contro la nostra volontà, saperli vivere.
E' uno di quei libri che sembra nascondere tante piccole verità, da scoprire ad ogni nuova rilettura.