Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

On the waterfront

Testata: Viveur.it
Data: 15 febbraio 2012

Digitando il titolo Lupi di fronte al mare sul sito della casa editrice e/o, ci si trova di fronte alla nota biografica dell’autore che recita: “Carlo Mazza è nato nel 1956 a Bari, dove è sempre vissuto. Questo è il suo primo romanzo”. Poche parole ricche di significato, una descrizione umile e precisa di un uomo e del suo mondo. Sabato 18 febbraio alle 18.30 Mazza presenterà il suo romanzo (pubblicato lo scorso agosto all’interno della collana Sabot/Age) alla libreria StileLibero di Foggia, in un ambiente che si è già dimostrato accogliente e disposto a dare spazio a realtà culturali ricercate e contemporanee.

Bari è la protagonista del romanzo, di questo possiamo esserne certi. In una città in cui la malavita domina i movimenti socio-economici, il capitano dei carabinieri Bosdaves si trova a fare parte di una fitta rete di complicità, alleanze e sistemi di interessi descritti dall’autore con una prosa vitale in chiave noir. In una celebre versione cinematografica del Cappuccetto Rosso di Perrault, si affermava che i veri lupi hanno il pelo dentro. Questo campanello d’allarme sembra collegarsi direttamente alla narrazione proposta da Carlo Mazza, che ricorda come i lupi stiano in agguato nel buio nascosti, in questo caso, sotto una coltre di omertà e interessi sotterranei. Un romanzo che scandaglia la condizione emotiva degli uomini in uno scenario in cui il potere della corruzione ha la meglio: un panorama disincantato e disilluso in cui solo l’ironia può salvare il salvabile.