Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Scrittori buoni (da morti)

Autore: Ida Bozzi
Testata: ViviMilano
Data: 1 marzo 2012

Che cosa accadrebbe se James Joyce fosse rifiutato dagli editori? E se Shakespeare finisse a processo per plagio? Lo racconta il libro ”L’unico scrittore buono è quello morto” (edizioni e/o) di Marco Rossari, che viene presentato alla Libreria Centofiori. Una parodia (dedicata agli scrittori esordienti) del mondo contemporaneo e della letteratura di sempre, con i tic di oggi. Con l’autore intervengono Vincenzo Latronico e Alessandro Beretta.