Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Il Nordest a perdere di Massimo Carlotto

Autore: Paolo Braghetto
Testata: Leggo.it
Data: 19 maggio 2011

PADOVA - Lo scrittore padovano noir più in voga del momento, Massimo Carlotto, ha presentato ieri
in anteprima nazionale al nuovo showroom per librai Pde di Padova il suo ultimo libro Alla fine di un
giorno noioso.
 
Carlotto, ci presenta la sua ultima fatica?
«E' la continuazione del mio Arrivederci amore, ciao; a dieci anni di distanza, Giorgio Pellegrini, il cattivo protagonista del precedente romanzo, torna a raccontare il Veneto della corruzione politica e prostituzione d'alto bordo. Sono tutti personaggi di fantasia e non c'è niente di autobiografico; probabilmente diventerà anche questo la sceneggiatura di un film».
 
Il genere noir ormai le appartiene.
«Il meccanismo criminale al centro della storia è preso dai casi di cronaca realmente accaduti e schedati
negli ultimi anni. La città tranquilla del Veneto non ha un nome, ma credo che sarà comunque l'ultima vicenda ambientata nel Nordest, pur essendo io molto legato alla mia città natale dove ogni tanto mi esibisco in reading di miei musicati da amici come il sax Maurizio Camardi».
 
Lei è stato nominato agli Edgar Awards..
«Sono pubblicato anche in America e, dopo Umberto Eco, sono stato l'unico altro scrittore a ricevere questo onore».
 
Si avvale anche di internet per la promozione del libro?
«Ho realizzato anche un book trailer ideale per i social network come Facebook e per la prima volta
nei prossimo giorni parteciperò a una diretta in streaming; comunque credo che
il consiglio del libraio sia ancora più ascoltato del giudizio degli internauti».
 
È favorevole all'avvento dell'e-book?
«Ci vorrà ancora del tempo perché è una questione generazionale, ma alla fine vincerà».