Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

J. C. izzo il grande

Autore: Pierluigi Properzi
Testata: Il Salvagente
Data: 11 novembre 2008

"Aglio, menta e basilico" del marsigliese Jean Claude lzzo è l'interessante raccolta postuma pubblicata da e/o (92 pagine 9 euro). Utile introduzione per chi non ha mai goduto delle parole di quest'autore. indispensabile libricino, con scritti e traduzioni inedite per l'ltalia, per quei tanti che hanno perso un amico nel 2000, con la sua prematura scomparsa a 55 anni non ancora compiuti. Nelle pagine ritroviamo i temi della trilogia: "Casino totale", "Chourmo" e "Solea", formidabile successo editoriale e caposaldo del roman noir francese, genere che lzzo usava come mezzo per raccontare il reale. Prima di tutto la protagonista: Marsiglia. Una città di confine, con intrecci criminali tra potere economico politico e mafioso. Ma anche un confine che accoglie, tollerante, non solo linea chiusa ed esclusiva. Poi l'Europa, che l'autore avversava così com'è, con gli interessi economici a farla da padrone e itemi sociali non considerati. L'Europa è nata ai bordi del Mediterraneo, scriveva lzzo, mare con due rive, non soltanto quella a Nord, e se questo continente avrà un avvenire lo dovrà, citando Edouard Glissant. alla sua "creolità mediterranea". E poi musica e cibo multiculturali. Aglio, menta, sapori, odori "assaggia, bello, assaggia". Musiche e cucine nate dalla fusione di caratteri diversí per far "danzare le vostre papille". Cultura dell'accoglienza legata al cibo di tutte le tradizioni mediterranee che si fondono e ci invitano a sognare una splendida utopia: "il tempo è abolito. Cioè tutto per noi".