Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Banlieue criminale

Autore: Fabio Gambaro
Testata: D / La Repubblica
Data: 27 maggio 2012

Qualche anno fa un delitto terribile sconvolse la Francia: il sequestro e l'omicidio in un giovane ebreo parigino da parte di quella che i giornali chiamarono la "banda del barbari". Un gruppo di emarginati della banlieue, alcuni minorenni, cresciuti in un vuoto culturale e morale dominato dal violenza e ossessione per il denaro. Un pugno di figli perduti dell'immigrazione in conflitto permanente con la società in nome di un vago islamismo. Dopo una lunga inchiesta e riletti tutti gli atti del processo, Morgan Sportes ha ricostruito la loro folle deriva in uno straordinario romanzo verità, ispirato al celebre modello di Truman Capote. Con stile clinico e distante da ogni empatia, Tutto e subito narra la tragedia di Elie, prigioniero per 24 giorni in una cantina, seviziato e brutalizzato fino a perdere la vita. Ma anche l'incoscienza dei giovani che commettono l'irreparabile senza neanche rendersene conto, dalla preparazione del sequestro, ai tentativi per ottenere un riscatto impossibile alle indagini della polizia in corsa contro il tempo. E spicca il ritratto del capobanda, Yacef, un esaltato e manipolatore la cui violenza sembra la metafora di un mondo alla deriva.