Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Tutto e subito. Romanzo rivelazione in Francia.

Testata: ilmiotg.it
Data: 4 giugno 2012

E’ una sorta di non-fiction novel “Tutto e subito” (edizioni e/o, collana Dal Mondo, traduzione dal francese di Federica Alba) di Morgan Sportès, romanzo rivelazione in Francia, da qualche giorno nelle librerie italiane. Il testo, ambientato nel 2006 a Parigi narra una storia davvero accaduta, quella di Élie, un giovane ragazzo ebreo,che viene sequestrato e seviziato fino alla morte da una banda di piccoli criminali di periferia, quasi tutti musulmani e immigrati di seconda generazione. L’autore prende spunto dagli atti del processo e dalle testimonianze dirette delle persone implicate, offrendo al lettore è la minuziosa ricostruzione di un fatto di cronaca che in Francia ha suscitato grande sdegno per la sua efferatezza e un ampio dibattito sulla condizione socio-culturale dei giovani d’oggi. Sportès denuncia il vuoto culturale e il degrado morale cui vanno incontro i tanti giovani abbandonati a loro stessi, relegati nelle periferie a vivere di espedienti e traffico di droga, senza alcuna aspirazione se non i soldi facili. Nato ad Algeri nel 1947, Sportès ha scritto oltre venti libri. Da L’Appât, il suo primo romanzo-inchiesta, è stato tratto l’omonimo film di B. Tavernier (L’esca, 1995). “Tutto e subito" ha ricevuto il Prix Interallié 2011 ed è stato selezionato per il Prix Goncourt, il Prix Roman Fnac e il Prix Renaudot.