Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

La notte alle mie spalle

Autore: Rossella Montemurro
Testata: IlMioTg.it
Data: 21 giugno 2012

“Per un rappresentante l’auto è una casa mobile. Per un mostro, il covo ideale. L’unico posto in cui può concedersi il lusso di addentrarsi tra i ricordi”. Eccolo, Furio Guerri. Maniacale sul lavoro e in alcuni aspetti della vita quotidiana, padre e marito quasi perfetto fatta eccezione per alcuni scatti, repentini quanto inaspettati, di malcelata rabbia. Fino all’escalation che all’improvviso distrugge l’apparente armonia familiare di quest’uomo border line. E’ scritto con la giusta dose di suspense e ambiguità “La notte alle mie spalle” (edizioni e/o, collana Dal Mondo) di Giampaolo Simi: quella di Guerri è una normalità stretta tra le maglie della follia, tenuta a bada dalla coazione a ripetere, resa squallida da avventure fugaci. Proprio lui, uomo tendenzialmente mediocre dalle aspirazioni ambiziose, di punto in bianco va fuori di testa diventando, senza neanche rendersene conto, uno dei tanti insospettabili che si trasformano in mostri. L’ultimo testo di Simi alterna narrazioni in prima persona a descrizioni fatte da una voce fuori campo che ripercorre le azioni del protagonista dandogli del tu, il tutto a dieci anni di distanza, tanti quanti sono passati dalla vita reale di Furio a quella ideale di Flavio, il nome dietro cui si nasconde per cercare di riavvicinarsi alla figlia. Non basta, però, inventarsi un’altra vita per riscattare gli errori commessi. Lo stile di Simi non concede tregua al lettore, la trama ben costruita permette di entrare, per una volta, nella mente dell’assassino. L’autore, che ha collaborato come soggettista e sceneggiatore alla serie tv Ris, L’ispettore Coliandro e Crimini, ha firmato diversi romanzi noir, tra cui “Il corpo dell’inglese” e “Rosa elettrica” (Einaudi Stile Libero). Due anni fa ha ricevuto il Premio alla carriera Lama e Trama. Rossella Montemurro