Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Giampaolo Simi, "La notte alle mie spalle"

Testata: Giallomania
Data: 12 settembre 2012

Torre del Poggio (Livorno). Un ordinario agente di vendita e un mostro schizofrenico, doppia personalità e due piani temporali (non subito evidenti). Autunno-inverno 2000 e 2010. L’impacciato ripetente Furio Guerri era riuscito a sposarsi con la più bella e alta della classe Elisa Domini, hanno Caterina figlia di 6 anni nera e riccioluta anche lei, genitori premurosi sembrano felici nella villetta di campagna. Lui è serio e furbo, lavora alle Industrie Grafiche Aggradi, una media tipografia anche editrice, beghe e concorrenze. Lei non lavora ma decide di aiutare la campagna elettorale di un’amica di centro-sinistra. Dieci anni dopo Furio è solo un ex mostro che sopravvive con i sali di litio, Caterina complessata, infelice e scansata da tutti, non si frequentano ma chattano sotto mentite spoglie. Presentare il nuovo romanzo in prima del bravo Giampaolo Simi (“La notte alle mie spalle”, e/o 2012, pag. 253 euro 18) è difficile, l’editore è costretto a mentire nel retrocopertina, vuole darci emozioni frammentate e allucinate, il risultato è discutibile. Male sui ritardi cognitivi, a pag. 71, 112, 200, 222. Sonorità multiple, il tango allude.