Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

ODETTE E RITORNO

Autore: Tiziana Lo Porto
Testata: D / La Repubblica delle Donne
Data: 27 aprile 2007

Reduce dal successo in Francia del primo film che ha diretto, Odette Toulemonde, Eric-Emmanuel Schmitt torna con una raccolta di racconti che riprendendo titolo e personaggio dello schermo hanno come filo rosso la ricerca della felicità: "Di solito sono i film a essere tratti dai libri. Qui è il contrario: il penultimo dei racconti è una riscrittura del film". Schmitt colloca le otto storie nel campo della "scrittura proibita", spiegando di averle composte sul set, clandestinamente, nelle ore libere, sul bordo dei tavoli, la mattina a colazione, o la sera nelle camere d'albergo. A spiccare è proprio la storia di Odette Toulemonde, commessa di giorno e piumaia di notte (cuce le piume sui costumi delle ballerine per arrotondare lo stipendio), vedova e madre di due figli, senza soldi e senza gloria ma costantemente in cerca della propria felicità. Inseguendola, Odette tenterà di conquistare il suo scrittore preferito, Balthazar Balsan, indirizzandogli un'appassionata e strampalata lettera d'amore. Scatenerà così una bizzarra commedia destinata a un finale, malgrado l'età avanzata di entrambi i personaggi, in perfetto stile "e vissero per sempre felice e contenti".