Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Sinistri

Testata: Corriere dell'Alto Adige
Data: 17 ottobre 2012

Tersite Rossi, collettivo di scrittori formato dall’insegnante Mattia Maistri e dal giornalista Marco Niro, torna sulla scena letteraria a soli due anni dal felice esordio del 2010. Dopo È già sera, tutto è finito, il romanzo-inchiesta sulle bombe del ‘92-’93 giunto a tre edizioni e alla finale di due premi letterari nazionali (Premio Alessandro Tassoni 2011 e Trofeo Penna d’Autore 2011), nel 2012 esce il suo (loro) secondo romanzo con le edizioni e/o, intitolato Sinistri, all’interno della collana “SabotAge” curata da Massimo Carlotto. Questa la trama. Italia, anno 2023. Terza Repubblica. Un Paese guidato dal trasversale Partito della Felicità e dal dogma della pace sociale ad ogni costo. Un Paese in cui le opposizioni sono al bando e “allarme” è l'unica parola d'ordine. Un Paese riempito di negozi take-away in cui trovare psicofarmaci, sesso virtuale e lifting a buon mercato.Un movimento terroristico riemerso dal passato, che si richiama a un gruppo di folli sovversivi, la Banda dei Nove, e ad un leader senza volto, Àdelos. Una ragazza disposta a tutto pur di rinnegare le proprie origini. Un traditore pronto ad aiutarla. Un omicidio inquietante. E un enigmatico plico di racconti finito sulla scrivania del Capo della Polizia, a lanciare la sua sfida, mortale, al potere. Un romanzo, dieci racconti e un metaforico viaggio a ritroso nella storia del Novecento italiano. Per scoprire che le risposte sul prossimo futuro sono già nascoste nei simboli del nostro passato.