Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Gangster e giovani in cerca di futuro

Autore: Ida Bozzi
Testata: La Lettura / Corriere della sera
Data: 28 ottobre 2012

Romanzo curioso, Capelli blu (e/o, pagine 144, €16), del critico e traduttore Valerio Nardoni (Livorno, 1977), al suo esordio narrativo, con una fin troppo esile trama noir ma con un personaggio e una voce interessanti. Il libro racconta la storia dell'ingenuo Jilium, giovane laureato che fa il commesso e classico «innocente coinvolto suo malgrado» che trova una ragazza distesa davanti a casa, forse morta, e deve cavarsela tra gangster e accuse di omicidio. Colpisce però il piglio vivido e stralunato della narrazione (in prima e in terza persona), ironico ma capace di soste e riflessioni. Un po' come l'andatura ciondolante del ragazzo, l'indiretto libero passa dalla descrizione al pensiero al ricordo all'azione, con inattese irregolarità verbali, frasi che svoltano in espressioni famigliari o in immagini poetiche, in una lingua che pare non star mai ferma. Straniti e umani anche gli altri personaggi, l'amico Alvaro che comprende gli squilibri di Jilium, la commessa Sonia e il bisogno d'amore che la veste fin nei particolari. Al centro, la vita dura del sottoccupato («Uno s'accontenta, s'accontenta, ma qualcosa si rompe tutti i giorni») e l'instabilità della finzione quotidiana, sempre al limite della pazzia.