Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

“Storia del nuovo cognome” di Elena Ferrante

Autore: Marina Vitale
Testata: Letteratu
Data: 29 ottobre 2012

Un colpo di fulmine può evolversi in due maniere molto diverse tra loro. Può accadere che chi ci ha stregato confermi poi, con il tempo, quelle caratteristiche che gli abbiamo attribuito al primo sguardo, oppure può succedere che l’oggetto repentinamente amato si riveli poi lontanissimo da ciò che desidereremmo trovare   in un compagno. È un lampo, una piccola fiamma che, se non trova qualcosa di combustibile sulla sua strada, si spegne in fretta, bruciando intensamente ma brevemente.

 Quando ho letto “L’amica geniale” senza dubbio ho sentito quel fulmine scagliarmisi addosso, accendermi una passione fortissima, ho divorato le pagine come in preda a un innamoramento improvviso che non mi lasciava libera, ho letto tutto, in fretta, vivendo con fastidio ogni singola volta che dovevo chiuderne le pagine. Terminato il libro, sapendo dal principio che avrebbe avuto non uno, ma addirittura due seguiti, è cominciata l’attesa.

(Prosegui la lettura sul sito di Letteratu)