Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Focus libri – “I dieci figli che la signora Ming non ha mai avuto” di Eric Emmanuel Schmitt

Autore: Stefano Piermaria
Testata: Buongiorno Latina
Data: 30 novembre 2012

“Più che un paese la Cina è un segreto”, è la prima frase del libro di Schmitt che racconta, attraverso il comportamento della gente comune, una memoria storica e culturale tramandata da millenni e mai cambiata di generazione in generazione. Una affermazione che calza ancora perfettamente in questo enigmatico e immenso territorio.

La signora Ming incanta e intrattiene, con i racconti sui suoi dieci figli, uno spregiudicato imprenditore francese, che mentre approfitta per praticare la lingua del luogo, si domanda se questa modesta addetta alle pulizie dei bagni del Grand Hotel di Yunhai, dica la verità. In Cina infatti, anche i più sprovveduti sanno che le autorità sono molto attente al controllo demografico e le coppie no possono avere più di un figlio. Pensa allora che la donna lo prenda in giro, ma le storie sono convincenti e i figli, anche se immaginari, sembrano realmente esistere, ognuno con una vicenda, ognuno con un particolare.

Tutto questo, menzogna o verità, lo fa riflettere e lo porta a rivedere e contraddire le sue convinzioni, a rivalutare la sua stessa vita e a considerare seriamente la possibilità di una paternità, fino ad allora per lui impensabile. Nel suo lungo girovagare il mondo per lavoro parte e poi un giorno torna in Cina, affronterà la verità della signora Ming e da li prenderà coscienza di quello che desidera e che probabilmente troverà nella sua Parigi.

Eric Emmanuel Schmitt, nato a Sainte Foy-lès Lyon nel 1960 è anche un  autore teatrale che ha scritto numerose opere rappresentate in tutto il mondo. I suoi romanzi sono tradotti in molte lingue. Le Edizioni E/O, dello stesso autore, hanno pubblicato Monsieur Ibrahim e i fiori del Corano e Odette Toulemonde. Da questi romanzi sono stati tratti dei film.