Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

L’aldilà ed i suoi segreti nel nuovo romanzo della Di Grado: “Cuore cavo”

Testata: Sidonna
Data: 12 febbraio 2013

Torna in libreria Viola Di Grado, una delle rivelazioni del 2011, con un nuovo, struggente romanzo sulla solitudine delle anime dopo la morte.

In libreria dal 13 Febbraio edito dalla E/O il nuovo romanzo di Viola Di Grado che si avvia a confermare, almeno per le attese dei lettori, il grande successo di “Settanta acrilico trenta lana” che è stato il libro rivelazione del 2011 aggiudicandosi il premio Campiello come migliore opera prima e, sempre come opera prima, il Rapallo Carige.

Questa volta in “Cuore Cavo” la storia prende il via dal gesto più estremo che un uomo possa compiere, il suicidio. Sarà il punto di partenza per un viaggio in ciò che c’è dopo la vita, nello scontro tra un aldilà – che nel romanzo viene presentato come un luogo crudele in cui si perdono corpi e sensi ma che resta, in qualche modo, attaccato alla vita e ai cari superstiti pur tuttavia nella incomunicabilità che la nuova condizione pone – e quel rivolo di vitalità che resta attaccato all’anima e che lotta strenuamente, con tutte le sue forze, contro il disfacimento della morte.

Lo stile della Di Grado, poi, crudo ma al tempo stesso anche poetico, sorregge una storia che di per sé è già molto intensa, riuscendo a scuotere il lettore nel profondo e lasciando in lui dei segni indelebili che difficilmente verranno via a fine lettura.

Con questo romanzo coraggioso che tratta senza falsi veli o buonismo un argomento che da sempre popola le paure del genere umano, Viola Di Grado si conferma una scrittrice coraggiosa ed uno dei grandi talenti della narrativa italiana. La venticinquenne autrice darà il via ad un tour, a partire dal 26 Febbraio, per promuovere il suo libro “Cuore Cavo Tour” nelle migliori librerie italiane.