Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Trinacria Park, dove niente è come sembra

Testata: Eventi / La Sicilia
Data: 24 marzo 2013

«Perché niente è ciò che sembra a Trinacria Park...». L'ultima frase della quarta di copertina di "Trinacria Park", l'ultimo libro di Massimo Maugeri (Edizioni e/o - 16 euro) uscito mercoledì 20 che sarà presentato oggi a Catania alle 17 al teatro Valentino, racchiude benissimo il senso del racconto che, come già in "Identità distorte", si snoda mettendo al centro la Sicilia. «È giusto che uno scrittore racconti quello che conosce meglio - sottolinea Maugeri - . Io, però, parlo della Sicilia in ottica internazionale. In Trinacria Park c'è la mitologia con le Gorgoni e la modernità, con i rischi della mediaticità, perché, appunto "nulla è come sembra" in questo romanzo che si basa su un cumulo di menzogne che si accavallano l'una sull'altra ». «Non è un caso - continua Maugeri - che il romanzo esca per la collana Sabot/age di e/o diretta da Colomba Rossi e curata da Massimo Carlotto che, tra i temi forti, ha proprio quello della menzogna. Il mio intento è stato quello di raccontare la realtà senza rinunciare al mito e alla visionarietà, nella speranza di coinvolgere il lettore nella storia e di indurlo a farsi delle domande». Trinacria Park racconta del parco tematico più grande d'Europa, basato sul mito delle Gorgoni raccontato in un antico poema ritrovato, aperto in un'isola di fronte all'Etna riconvertita grazie a finanziamenti europei. La storia si dipana dal giorno dell'inaugurazione, con vip in arrivo da Hollywood costretti alla quarantena per un'epidemia che miete vittime raccontata minuto per minuto da una reporter. Il finale, però, si può scoprire solo leggendo "perché niente è ciò che sembra a Trinacria Park".