Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Freschi di stampa

Autore: Maria Simonetti
Testata: L'Espresso
Data: 26 aprile 2013

È il 1966 l'anno fatale in cui Anne Wiazemsky, 19 anni, nipote molto perbene del Nobel François Mauriac, studentessa e aspirante attrice di teatro, s'innamora del guru della Nouvelle Vague Jean-Luc Godard già 36enne (lo sposerà nel 1967). E oggi, scrittrice affermata, rievoca con efficacia quella stagione coloratissima e scoppiettante in una Parigi in fermento, sull'orlo del fatidico maggio.