Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

La portinaia diventa best-seller

Autore: Manuela Grassi
Testata: Panorama
Data: 10 gennaio 2008

Duecentomila copie vendute in 3 mesi grazie al passaparola. L'eleganza del riccio della francese Muriel Barbery, 38 anni, è stato il romanzo più regalato a Natale. Perché riscopre il gusto della commedia. In una portineria.

Muriel Barbery, l'autrice dell'Eleganza del riccio, è perduta nel paesaggio primordiale della Nuova Zelanda: Rotorua la solforosa, il lago Taupo e il Pukaki, come raccontano le foto del marito Stéphane sul sito muriel.barbery.net. Un viaggio rigenerante prima di arrivare nell'amato Giappone dove si fermerà per un anno. Il più lontano possibile dal successo che l'ha investita. In Francia sono più di 700 mila le copie vendute dalla Gallimard; in Italia hanno superato le 200 mila quelle dell'editore romano e/o, da ottobre a oggi. A Milano i megastore Feltrinelli hanno venduto da 1000 a 2 mila copie. La più piccola ma classica Milano Libri ha superato le 200. "Va a ruba come regalo di Natale" dice Anna Maria Gandini, anima del negozio. "Il 90 per cento degli acquirenti è entusiasta. Lo trovano ben scritto, forse un po' furbo, diverso dalla letteratura anglosassone a cui sono abituati".

Anche da noi, come in Francia, funziona il passaparola e il sostegno dei librai è fondamentale. "Quando ho saputo che i librai francesi avevano premiato il libro" continua Gandini "mi sono incuriosita e dopo le prime otto pagine ho capito che sarebbe andato". Barbery, 38 anni, già autrice del romanzo Una golosità (Garzanti), è docente di filosofia e la sua cultura affiora tra le pagine (Karl Marx ed Edmund Husserl per esempio) senza annoiare perché sempre accompagnata da humour e umanità.

Le protagoniste di questa "commedia sociale" non potrebbero essere più diverse. Paloma, 12 anni, geniale figlia di un ricco deputato, abita in un appartamento di ricchi al 7 di rue de Grenelle, Parigi. Renée, 54 anni, è portinaia nello stesso palazzo. Il suo autoritratto è delizioso: "Sono vedova, bassa, brutta, grassottella, ho i calli ai piedi...". Ma se Paloma nasconde la sua genialità per sopravvivere in un mondo di mediocri, anche Renée nasconde la sua vera natura di colta autodidatta, per non insospettire i suoi supponenti e ignoranti coinquilini della gauche caviar.

Sandro Ferri, l'euforico editore della e/o, non prevedeva il trionfo quando ha comprato i diritti alla Fiera di Francoforte nel 2006. "Penso che una delle chiavi sia proprio questa: le protagoniste sono due perdenti nella gerarchia sociale del palazzo, ma nella loro vita interiore trionfano. E in un momento in cui l'apparenza ci tiranneggia, è confortante poter sperare in una vita segreta" dice Ferri, che ha preso i diritti del romanzo anche per gli Stati Uniti, dove la sua casa Europa Editions pubblica autori come Alessandro Piperno e Stefano Benni.