Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Il cielo è dei potenti

Autore: Marilù Oliva
Testata: L'Unità
Data: 13 luglio 2013

Titolo:  Il cielo è dei potenti

Autrice:   Alessandra Fiori

Editore:  edizioni e/o

Collana:  Dal mondo

Il libro:  Claudio Bucci è stato un uomo potente, un politico della Prima Repubblica. La corsa per il successo ha segnato la sua esistenza. A settant’anni un incontro inatteso e lungamente evitato lo spinge a raccontare i segreti della sua storia con cinico disincanto. I sogni, l’ambizione e l’ascesa in un’educazione sentimentale che parte dalla provincia dei primi anni Quaranta e prosegue nella Roma dell’immediato dopoguerra. Claudio conosce la fine del fascismo e la nascita dei Comitati Civici. È in coda con i “fagottari” sulla Via del Mare e dentro i bordelli affollati del centro storico. È immerso in fumose sezioni di partito e conquistato dall’ambiguo fascino dei suoi meccanismi. Tessere, correnti e congressi, protettori e compari dominano l’orizzonte di Claudio, fino alla scoperta del grande amore per un’unica donna. Ma nell’irrinunciabile lotta per rimanere in alto il compromesso si fa pane quotidiano. Il come eravamo di una generazione narrato da un uomo con il demone del comando.

Uscito  2013

Pag.  320

Euro   18

Note: finalista Premio Strega 2013 (prima votazione)

 

ISTRUZIONI PER L’USO

Categoria farmacologica:

Metilpiperazina

Composizione ed eccipienti:

Un pezzo di storia della nostra Italia, attraverso la vita di Claudio e la sua lotta, in età adulta, per restare aggrappato ai vertici del partito. Una narrazione che procede sciolta attraverso dialoghi snelli e resoconti lucidi, anche quando si tratta di alzare il sipario su retroscena scomodi.

Indicazioni terapeutiche:

Questo libro cura l’impotenza (non quella, l’altra. L’impotenza dei deboli, di chi si trova, suo malgrado, pedina malcapitata nello scroscio della storia)

Consigliato a tutti, benefico per:

Nauseati dall’arte del governo nostrana.

Arrampicatori politici.

Chi vuole farsi prete.

Opportunisti.

Complottisti.

Controindicazioni:

Evitare compromessi e clientelismi

Posologia, da leggersi preferibilmente:

Lontani dagli inciuci

Effetti indesiderati:

Voi che non vi esponete mai e ve ne state al sicuro nel vostro cantuccio… comoda la vita: stavolta forse oserete.

Avvertenze:

Conservare a fianco delle biografie dei politici. Grandi e piccoli.

 

Pillole:

«In fondo anch’io non chiedevo altro che essere cullato dalla stupida marea delle lusinghe, dei complimenti. Possibilmente senza che mia moglie mi osservasse come un accattone alle prese con la miseria di se stesso. Invece metteva su quella sua aria di moraletta, di chi la sapeva lunga, di quella che osservandoti pensa: “Tutto quello che abbiamo passato e tu… tu non hai capito un cazzo”.

“Sono un miserabile, un giullare, un disgraziato, adesso però lasciami campare” avrei voluto gridare».

- – - – - – - – - – - – - – - – -

«Tutti cercavano di accreditarsi. Da tutte le parti. Esaltati, millantatori, delinquenti, paraculi, qualche pazzo. Ognuno con la sua verità da raccontare, mai una volta che coincidesse con le altre. Tutto era vero in parte, come tutto era falso.»

- – - – - – - – - – - – - – - – -

«De Santis non si poteva fottere. Ci avevano provato cento volte, senza risultati. Trentacinque anni dopo il nostro primo incontro in quel teatro, ero riuscita a capirlo.

Della politica, come del mondo, aveva una concezione semplice ed elitaria al tempo stesso, il suo sistema ne era la diretta espressione. Alla base c’è il consenso e se la società è essenzialmente merda, per ripulire le fogne bisogna sporcarsi».

 

L’autrice: Alessandra Fiori è nata a Roma nel 1977, dove vive e lavora. Laureata in Lettere alla Sapienza, è giornalista, scrittrice e sceneggiatrice. Nel 2010 ha pubblicato il suo romanzo d’esordio, “Le conseguenze del caso” (Piemme). Il cielo è dei potenti è il suo secondo romanzo.