Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Saggezza felina spiegata agli umani

Autore: Maria Stella Gariboldi
Testata: LuukMagazine
Data: 15 settembre 2013

Per evitare l’ennesima lotta all’ultimo sangue tra gli amanti dei cani e quelli dei gatti, è meglio avvisare i cinofili e mettere in chiaro fin da subito che questo libro parla di felini. Anzi, è addirittura narrato da uno di loro.

Il nostro eroe è un gentilgatto giunto alla sua settima vita, e può vantare più esperienza e saggezza rispetto a qualsiasi umano. Un concentrato di astuzia e buonsenso felino, sotto le innocue sembianze di una candidissima palla di pelo di due mesi scarsi. E per giunta, uno snob amante della letteratura.



Lo scopo di un gatto – qualsiasi gatto – è quello di passare la vita con una persona servizievole, che sia di compagnia senza creare troppi fastidi. Insomma, di adottare l’umano giusto per lui. Ma il nostro micio veterano ha degli standard piuttosto raffinati, e considera come candidati validi solo gli scrittori, in grado di assicurargli l’immortalità che gli spetta rendendolo protagonista di uno dei loro lavori. Lo insegna la storia, del resto, che da Baudelaire a Sylvia Plath, da Poe a Hemingway a Bukowski, i gatti sono i migliori amici degli artisti.

E così, con il nome (poco altisonante, a dire il vero) di Zucchero Zuccheroni, inizierà a vivere accanto a una coppia di scrittori un po’ nevrotici e tanto bisognosi di aiuto. Ma anche con un’esperienza di sette vite alle spalle, pure il gatto migliore può avere delle difficoltà: chi avrebbe mai immaginato che entrare nelle grazie della padrona di casa sarebbe stato così difficile?



Possiamo dire con certezza che con “Sette vite e un grande amore” la scrittrice greca Lena Divani ha fatto breccia nel cuore dei gattofili. Valore aggiunto, il suo romanzo ricorda che ad adorare queste creature non sono solo le gattare di tutto il mondo, ma anche i – leggermente – meno suonati Geni della letteratura.

Un racconto divertente, ironico e istruttivo – tra consigli pratici su come capire la psicologia felina e le universali MIAO, o Massime Infallibili e Assolutamente Oggettive. E talvolta commovente.

Zucchero sarà pure di una razza superiore, ma capisce benissimo i problemi e le debolezze delle persone. Per fortuna che un micio sa sempre come addomesticare i propri umani.