Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Che ci fa un maialino nella moschea di Torino?

Testata: La Repubblica
Data: 23 settembre 2013

Enzo Laganà, 37 anni, cronista di cronaca nera e, come si definisce lui stesso, "terrone di seconda generazione", si trova coinvolto in due grosse storie contemporaneamente: la presunta faida fra rumeni e albanesi che insanguina Torino, la città dove vive e lavora. E il caos scoppiato nel suo quartiere, San Salvario, dopo la diffusione del filmato di un mai alino a passeggio nelle sale della moschea. Mentre la storia della faida si complica e non poco, con testimoni e direttori di giornale ansiosi, Enzo cerca di salvare Gino, il maiale, e l'amico nigeriano Joseph, il suo proprietario, dalle ripercussioni del raid: ispirate da musulmani infuriati, da razzisti cronici o, come sostiene Joseph, da tifosi del Torino in cerca di vendetta sugli juventini doc come lui? Dopo il successo di Scontro di civiltà per un ascensore a piazza Vittorio, e Divorzio all'islamica a viale Marconi, ambientati a Roma, Amara Lakhous sbarca a Torino per raccontarci ancora l'Italia che cambia. Il suo libro si legge tutto d'un fiato, fa ridere ma anche pensare: pagina dopo pagina Lakhous, nato ad Algeri da quasi 20 anni in Italia, si conferma una delle voci principali della nuova letteratura italiana.