Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Sette vite e un grande amore

Testata: Nikiezorro.com
Data: 30 settembre 2013

Chi vive con un micio, sa quanto quest’ultimo possa essere furbo, tenero, feroce, subdolo, ingegnoso, idiota e completamente adorabile. Proprio come il protagonista di questo romanzo, una grande storia d’amore fra Zucchero, un gatto ironico e riflessivo (nonché obeso), e la sua umana, Madamigella, una scrittrice dalla vita isterica e sregolata. Giunto alla sua settima vita, Zucchero è un gatto con i baffi e ne avrebbe di cose da raccontare!
Soprattutto sa benissimo come addomesticare un umano e non gli si venga a dire che siamo noi, poveri stolti, ad addomesticare loro. Con senso dell’umorismo e cultura sorprendenti per un gatto (sorprendenti solo per degli scettici e ignoranti umani, si capisce), Zucchero ci racconta la sua vita esilarante  - e a tratti commovente - con Madamigella, e a noi lettori non resta che divertirci e commuoverci con loro.
Sette vite e un grande amore (sottotitolo: Memorie di un gatto) che si inserisce nella lunga e illustre tradizione della letteratura “gattofila” a cui appartengono racconti e poesie di autori come Edgar Allan Poe, Celine, Baudelaire, Bukowski e molti altri, è stato uno dei grandi successi editoriali del 2012 in Grecia.
Lena Divani è nata a Volos nel 1955. È docente associato di Storia della politica estera presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Atene «Giovanni Capodistria». È autrice di saggi scientifici, sette volumi tra romanzi e raccolte di racconti, un’opera teatrale, un libro per ragazzi e ha partecipato a due romanzi scritti a più mani tra cui Il mio nome è Nessuno – Global Novel (in Italia pubblicato nel 2005 da Einaudi).