Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Centro permanenza temporanea vista stadio

Autore: Davide Musso
Testata: Rollingstone
Data: 15 marzo 2008

Sharmin ha una passione viscerale per il calcio. Peccato che in Iran, dove vive, alle donne non sia permesso entrare negli stadi. Il vero problema è che suo padre è considerato un oppositore politico ed è costretto a scappare a Lione. Sharmin e sua madre decidono di raggiungerlo, ma passano per l'Italia senza il visto necessario e vengono internate in un Centro di Permanenza temporanea (Cpt) vicino a Torino. Qui Sharmin farà amicizia con Piero, che nel cpt ci lavora, che, rischiando grosso, riuscirà a portarla a una partita del Toro... In questo romanzo Daniele Scaglione (ex presidente di Amnesty International Italia) affronta con tocco leggero temi come il razzismo e i Cpt, nati "dalla strana idea che se qualcuno arriva nel nostro paese con documenti irregolari o scaduti merita di essere rinchiuso".