Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Storia di chi fugge e di chi resta

Autore: Valerio Calzolaio
Testata: Il Salvagente
Data: 28 novembre 2013

Napoli, Firenze e Milano. 1969-1976. Elena ha pubblicato con successo il romanzo in cui rielabora la vita del suo povero rione e le esperienze adolescenziali sessuali di Ischia quando era innamorata di Nino. Fuggita e laureata alla Normale sposa Pietro, famiglia importante e carriera brillante, arrivano due figlie. Prima del matrimonio, la carissima amica Raffaella le chiede aiuto. Parte. Sono nate nell'agosto del 1944, cresciute insieme povere, Lina si è sposata giovanissima, scappata dal rione con Nino, separata con un figlio (forse suo), ora operaia in un salumificio. Si sente male, sintomi di "smarginatura", chiede assistenza a Lenù. Ricominciano a vedersi, anni di lotte culturali e sociali, trasformazioni tecnologiche e urbane, sviluppi e inviluppi vitali. Accade molto, poi Lina (con la quinta) diventa una maga dell'informatizzazione e Lenù (nuovo romanzo in uscita) abbandona la famiglia per Nino. La delizia continua, la qualità resta eccelsa nel terzo delle amiche "geniali" di Elena Ferrante ("Storia di chi fugge e di chi resta", e/o 2013, pag. 383 euro 19,50), in prima, pseudonimo di due o quattro mani (e sesso incerto). Imperdibile.