Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

L'ultimo romanzo di Elena Ferrante: Storia di chi fugge e di chi resta

Testata: Tacco12TaccoPari
Data: 27 novembre 2013

Resa Famosa da “L’amore molesto”, storia base anche dell’omonimo film,la misteriosa scrittrice Elena Ferrante, lungi dallo svelare la propria vera identità , torna in libreria con Storia di chi fugge e di chi resta (edizioni e/o), il terzo capitolo della saga, la trilogia dell’amica geniale, che vede protagoniste Elena e Lila  due donne legate da un’amicizia inossidabile e controversa.
In Storia di chi fugge e di chi resta siamo negli anni Settanta del “tutto è possibile”. Lila ed Elena hanno provato entrambe a uscire dai confini di un destino fatto di miseria, ignoranza e sottomissione, a cui sembravano condannate nel rione popolare napoletano dove sono cresciute. Lila si è sposata presto, a sedici anni, ma ha lasciato il marito e mantiene suo figlio lavorando come operaia in condizioni dure. Elena invece è fuggita via dal quartiere, andando a studiare alla Normale di Pisa. È riuscita a pubblicare un romanzo di successo che le ha aperto le porte di una vita agiata e culturalmente più ampia.
Fondamentale il confronto tra chi rimane e chi se ne va da un luogo che appare senza prospettive, tra chi prova a cambiare la propria vita assorbendo quel che di meglio c’è ancora e chi invece volta pagina ed estirpa le proprie radici, culturali e geografiche.
Questo confronto ricorda qualcosa di molto familiare, come le innumerevoli storie vere di ragazzi che scelgono di partire o di restare, in questo nostro paese sempre più atrofizzato e sterile.