Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Il mondo non mi deve nulla

Autore: Valerio Calzolaio
Testata: Il Salvagente
Data: 31 marzo 2014

Rimini e Berlino. Primavera (poi fine ottobre). L'autoctono brav'uomo 45enne Adelmo da due mesi è divenuto un ladro. Lo hanno licenziato, gira in bici, resta con la 42enne Carla, si arrangia. Sembra truce e patibolare, è forte e appassionato. Una sera nota una finestra aperta al primo piano di una palazzina abitata da gente danarosa, attende, poi entra. Trova Lise Zegers, distesa sul divano al buio, elegante e raffinata, una tedesca sui sessanta, ancora molto bella, soda e liscia grazie a trattamenti vari. Per quarant'anni era stata una croupier sulle navi, aveva vissuto (e guadagnato) molto, una banca l'ha convinta a investire sui derivati, ha perso quasi tutto, è totalmente sola, le sono rimasti 120.000 euro, un anno della sua vita, poi non può che morire. Ha avuto un unico vero amore, "Ferdimambo", romantico gigolò riminese; si sono persi. Adelmo e Lise si amano un po', la vita cambierà per entrambi. Un bel racconto lungo, affetto noir, per Massimo Carlotto ("Il mondo non mi deve nulla", e/o 2014, pag. 109 euro 9,50), in terza varia. Segnalo la menzogna da pag. 25 a 28. Si sorride senza sdolcinature. Canzoni e piadine appropriate.