Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Libri a Colacione (dal Salone)

Autore: Chiara Beretta Mazzotta
Testata: Bookblister.com
Data: 12 maggio 2014

#DAGUSTARE
L’uomo che credeva di essere Riemann, Stefania Piazzino, edizioni e/o, p. 134 (15 euro)
Ernest Love è un professore di matematica ed è inequivocabilmente impazzito. Perché? Be’ solo rivelarvi che la sua delicata situazione dipende da un certo Bernard Riemann. Il signore fu un matematico tedesco dell’Ottocento e tra le tante cose si è occupato di numeri primi e soprattutto di un certo teorema che ha a che vedere con gli zeri, una teoria che se dimostrata (ci si sono arrovellati in parecchi) influenzerebbe l’informatica e soprattutto la crittografia, e quindi pure la finanza e le transizioni bancarie… bene, come vi dicevo il nostro Ernest Love è impazzito ed è certo di essere proprio quel Bernard Riemann. A occuparsi dello sdoppiamento di personalità uno psichiatra che però, più che interessato al caso clinico, pare esserlo a quello matematico e con lui ai profitti derivanti dalla soluzione dell’annoso teorema. Se pensate che la matematica sia un linguaggio e le formule, poesia. Leggetelo!