Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Il cromosoma dell'orchidea - Carlo Mazza

Autore: Davide Scardaci
Testata: The dark corner
Data: 23 aprile 2014

Il cromosoma dell’orchidea è un romanzo scritto da Carlo Mazza e pubblicato da Edizione e/o per la collezione sabot/age diretta da Colomba Rossi e curata da Massimo Carlotto.

Carlo Mazza rimette sulla scena un capitano Bosdaves (Lupi di fronte al mare) impegnato in un indagine sul presunto suicidio di un’ambientalista amico d’infanzia. Ma quel che più conta, oltre alla buona trama, è che lo scrittore ci racconta l’Italia in un romanzo noir di un realismo disarmante.

I personaggi che ho conosciuto tra le pagine de “Il cromosoma dell’orchidea” sono coloro che si possono incontrare in ogni paese, nelle provincie italiane. C’è il sindaco che vuole essere rieletto, ci sono i costruttori edilizi, c’è la mafia locale, la corruzione del potere, le scalate sociali, le forze politiche che lottano e la macchina del fango e il pettegolezzo che spazia dall’amore alla politica, come una suocera. C’è l’Italia! Presa al dettaglio, indagata sapientemente, dalla corruzione al provincialismo, dal potere al denaro. E’ inquadrata con lente di ingrandimento, specie nei dialoghi che hanno ritmo e danno sostanza veritiera, profumo di vita vissuta alle pagine del romanzo. La psiche dei personaggi è tratteggiata con cura. Mazza collega ogni frase ad un gesto, ad un modo di fare che li rende unici. Ed è questa la particolarità che più di ogni altro artifizio letterario, rendere il romanzo una preziosa lettura.

Lo stile è lineare e ben si sposa con la scelta di capitoli brevi e di tagli cinematografici chirurgici attraverso i quali, tra un taglia e un cuci, saltando da un personaggio ad un altro, la storia viene stesa su carta. Ho familiarizzato con personaggi e narrazione sia perché conosco la vita di paese, Mazza la snocciola senza perdere alcuna sfumatura, sia per lo stile utilizzato che spinge a girare la pagina, innestando curiosità specie per taluni personaggi che valutano le scelte da compiere, le alleanze da “comprare” mettendosi sempre al riparo dalla pubblica piazza. Oltre a questo, ad avermi colpito è la tematica ambientalista e l’habitat della cava legata al profumo delle orchidee.