Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

La notte delle pantere

Autore: Gabriele Ottaviani
Testata: Mangialibri
Data: 24 giugno 2014

Irene Piscitelli è giovane: nonostante questo, ricopre una carica di grande responsabilità, è una dirigente di Pubblica sicurezza dello SCO, il Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato. Di lei dicono che “è la cazzutaggine fatta persona. Ha scalato i vertici del dipartimento grazie al cervello e non alle belle gambe. Giusto per capirci, si è fatta le ossa dando la caccia a terroristi per poi passare all’Antimafia”. Da Roma, la chiamano al Nord. La situazione è una di quelle che nessuno mai vorrebbe doversi trovare ad affrontare: una guerra criminale apertamente dichiarata e solo all’inizio, tre cadaveri in un hangar orrendamente mutilati e un ispettore superiore della sezione Narcotici, Biagio Mazzeo, a capo di una banda di poliziotti corrotti, agli arresti. E il peggio deve ancora venire…
La collezione Sabot/age della E/O in cui esce La notte delle pantere di Piergiorgio Pulixi, il ritorno dello sbirro canaglia già protagonista di Una brutta storia, è curata da Massimo Carlotto. E si vede. Lo stile di questo romanzo decisamente coinvolgente deve un tributo importante di ispirazione al creatore dell’Alligatore, alias Marco Buratti, il detective padovano senza licenza col blues nel sangue, vittima di un errore giudiziario e abituato a rimestare nel torbido, e non lo rivela solo la dedica in esergo. Pulixi scrive in modo asciutto, scattante, a tinte forti, con un lessico scabro, il ritmo è sostenuto, intrigante e in continuo crescendo, ci si lascia trasportare senza opporre resistenza da una trama solida lungo un abisso di perdizione e squallore.