Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Le storie femminili universali della Ferrante

Autore: Manuela Pelati
Testata: Corriere.it
Data: 13 giugno 2014

C’è un mondo globale sotto le stelle del Campidoglio per raccontare e leggere i libri del Festival delle Letterature 2014 (fino al 1 luglio). Tra i protagonisti per una sera Jhumpa Lahiri, nata a Londra da genitori indiani, cresciuta in America e da due anni stabile a Roma dove studia l’italiano ha letto due lettere alla scrittrice «invisibile» Elena Ferrante. Per la Lahiri, l’autrice che non mostra il volto fin dal primo libro del 1992, l’«Amore molesto», mostra negli ultimi tre libri un mondo femminile che un valore universale. Sono le storie di Lina e Lelù, dall’infanzia nel rione di periferia alla vita adulta.