Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Troverò la forza per amare ancora la vita. Anche se tu non sei più accanto a me

Autore: Liana Messina
Testata: F
Data: 10 luglio 2014

Poche pagine ma intensissime: questo è un libro sul dolore, la mancanza, ma soprattutto su un grande amore. Quello che ha unito l'autrice, Anne Philipe, e il marito Gérard, indimenticabile protagonista di film come Fanfan la Tulipe e Il diavolo in corpo. Un uomo che alla bellezza univa una grazia rara.
In questa sorta di diario-riflessione, Anne parte dai loro ultimi momenti insieme: ventun giorni terribili in cui ha dovuto mentire, fingere la felicità con la morte nel cuore. Eppure, con pochissimi tocchi, Anne riesce anche a far rivivere il loro passato, tutto quello che c'era stato prima, il legame profondo che li univa: «Mi dici ciao e io so quali sono i tuoi sogni... ciascuno di noi può terminare la frase cominciata dall'altro, eppure ambedue siamo mistero. Quella che racconta è una comunione totale, unita alla continua voglia di riscoprirsi e ritrovarsi, per nutrirsi uno dell'altra. Istanti privilegiati di perfezione, in cui non si smette di esplorarsi e di illuminarsi reciprocamente. I ricordi affiorano in ordine sparso: l'acquisto di una casa in campagna, che poi diventerà uno dei loro rifugi preferiti, una sera in cui lo aspetta e riconosce il suo umore dal modo in cui guida, un bagno con i giochi festosi insieme ai bambini. C'è solo un momento di rancore, quello in cui lei lo accusa di aver "disertato", morendo e lasciandola sola. Con quella solitudine, quel vuoto, Anne dovrà imparare faticosamente a fare i conti. Scrive nelle ultime pagine: «Aspetto il momento in cui ritroverò la forza. Verrà. La vita mi appassiona ancora. Voglio salvarmi, non liberarmi di te».