Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Morte in Prima Classe

Autore: José Marìa Pozuelo
Testata: Internazionale
Data: 26 luglio 2014

Carmen Montesquinza, elegante miliardaria d'altri tempi, parte per la classica crociera sul Nilo, accompagnata dalla sua bizzarra famiglia, dall'avvocato e dai consulenti finanziari. Alcuni clienti hanno invitato, anche l'architetta Julia, che chiede alla sua amica giudice Mariana de Marco, personaggio ricorrente nei romanzi polizieschi di Guelbenzu, di accompagnarla. Ovviamente le due donne s'imbatteranno in alcune morti e per la stessa Mariana de Marco che una volta tanto ha messo il naso fuori dalla sua giurisdizione, la vacanza si trasformerà in un pericolo. Due dettagli potevano fare di questo libro il miglio giallo della serie. Il primo è l'ambientazione: una nave-hotel che copre il tragitto tra Luxor e Assuan offre condizioni ideali per un intreccio poliziesco. La città di G (immaginaria trasposizione di Gijòn dove Guelbenzu ha portato il lettore in altre occasioni) è racchiusa qui in un o spazio circoscritto, come piaceva fare ad Agatha Christie. Il secondo dettaglio sono i rapporti umani: Mariana de Marco sta crescendo nelle mani del suo autore, tanto che ormai i romanzi che la vedono protagonista si incentrano più sul suo personaggio che sulla trama gialla. A rendere memorabile questo libro sono i rapporti tra le donne, e il grande tema è l'amore femminile declinato in tutti i suoi aspetti. Ma la soluzione dell'enigma poliziesco non riesce a giustificare fino in fondo le motivazioni dell'assassino.