Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

La democrazia è una parola grossa

Autore: Valerio Cattaneo
Testata: Il Fatto Quotidiano
Data: 20 settembre 2014

Il romanzo di Didion uscì nel 1984 na il tema affrontato è quanto mai attuale: vite in apparenza felici mentre la guerra resta (forse) lontana. Allora era il Vietnam, oggi sono i dubbi di Obama su come affrontare il Califfo. Così Inez, sposata al senatore Harry Victor, vive le sue contraddizioni come quelle del Paese: da un lato i cocktail party per il marito in perenne campagna elettorale, dall'altra Saigon, dove non tira una buona aria. In mezzo la relazione di Inez con Jack Lovett, che proprio nel pantano del Vietnam sembra immerso, tirando fili da dietro le quinte. Le fiamme del conflitto sono più vicine di quel che si pensi per una tranquilla signora della buona società, che osserva la sua esistenza andare in pezzi come se fosse quella di un'altra. Didion non esprime giudizi, usa la scrittura per fotografare vicende politiche e private, e la ricerca di una (im)possibile felicità. Democrazia, una parola grossa, in un mondo complicato.