Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Il thriller e la privacy

Autore: Camillo Savone
Testata: Qui magazine
Data: 13 novembre 2014

Luca Poldelmengo dopo l’esordio con “Odia il prossimo tuo” (Kowalski) premio Crovi opera prima) e L’uomo nero (Piemme) finalista allo Scerbanenco (i due testi sono tradotti in Francia) torna al noir per i tipi dell’editore E/O con un mix tra degrado, aspirazioni, sete di giustizia (o vendetta) che si fa esplosivo. Siamo in una Roma devastata: qui la squadra segreta della polizia usa un mezzo inedito per risolvere i casi più complicati indagando nei meandri dell’ipnosi di testimoni involontari che supportano esiti per loro pericolosi e perfino letali. Tutto va bene fin quando si tratta di catturare terroristi, ma quando l’indagine è sull’assassinio di un agente della stessa squadra speciale e quando il meccanismo si inceppa, allora tutti lo scaricano. Scritta con abilità, precisione e carica evocativa, come Poldelmengo ci ha abituato, la pagina oltre che Scerbanenco e De Cataldo ricorda anche certo Manchette d’annata. Vino buono, dunque. Anzi, eccellente.