Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Per chi ha amato Passaggio in India

Autore: Enzo Di Mauro
Testata: Il Fatto quotidiano
Data: 22 novembre 2014

Per coloro i quali hanno amato Passaggio in India del grande E. M. Forster, la lettura di Estate artica, il nuovo romanzo del sudafricano Damon Galgut (classe 1963), rappresenterà una sorta di esegesi in forma narrativa, un contributo finissimo allo svelamento dei punti oscuri, rimossi o taciuti di quel testo a cui lo scrittore inglese lavorò per undici anni. L'India fu per Forster il luogo del desiderio, di una passione omosessuale vissuta in segretezza per un giovane di nome Masud. Galgut, anch'egli omosessuale e innamorato del paese asiatico al punto di avervi soggiornato a più riprese e per lunghi periodi, finisce per specchiarsi nel suo personaggio, ed è anche per questo che la biografia romanzata diventa qualcosa d'altro ovvero indagine psicologica, avventura interiore, esercizio di autoanalisi, viaggio verso la conoscenza. Pur restando, al tempo stesso, un formidabile spaccato d'epoca e un accurato affresco d'ambiente. Il ritorno postumo di Forster in India, per il lettore di Estate artica, risulta soprendente e proficuo.