Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

La damigella sconosciuta

Autore: Elisabetta Puzella
Testata: Mangialibri
Data: 14 gennaio 2015

I bambini non sono quasi mai innocenti. E quando lo sono è  solo per poco, in attesa che qualcuno o qualcosa risvegli i loro istinti adulti. Lo sa bene Julia, che di bambine difficili, asociali, violente, meschine non solo ne vede tante per lavoro, ma è stata ella stessa una di loro, invischiata nel crescendo della propria cattiveria, intrappolata  a lungo in una "terra di mezzo" i cui abitanti fluttuano apparentemente liberi da vincoli gravitazionali quali coscienza, empatia, responsabilità. Proprio perché  ha imparato a proprie spese e a prezzo di dure sofferenze inferte alla famiglia di sua cugina Iris - che l'ha accolta orfana - che dalla responsabilità del proprio operato non ci si libera mai del tutto, Julia sceglie, come magistrato, di dedicarsi alla ricerca del compromesso giusto per le bambine "difficili" e per le loro famiglie, per dare loro la sterzata che le salverà  dal compiere azioni sempre peggiori… 
L'avventurosa - e mai scontata, per tutti i bambini - conquista della consapevolezza, della capacità di relazionarsi con un mondo governato dai principi di causa-effetto vanno di pari passo con la capacità  dei bambini di riconoscere valore morale al mondo adulto che li circonda e quindi ripeterne consapevolmente i comportamenti. Le ragioni del mancato agganciarsi dei vagoni delle bambine come Julia al treno degli adulti vengono ricostruite dall'autrice con dovizia di particolari, ma il continuo ricorso a salti temporali, a falsi piani della memoria, non sempre giova alla scorrevolezza del racconto.

http://www.mangialibri.com/node/16306