Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Veleno d'amore - Eric-Emmanuel Schmitt

Autore: Elisabetta Bolondi
Testata: Sololibri
Data: 18 marzo 2015
URL: http://www.sololibri.net/Veleno-d-amore-Eric-Emmanuel.html

Eric-Emmanuel Schmitt, il prolifico scrittore belga di lingua francese, ci regala un altro romanzo, “Veleno d’amore”, che ha nel titolo, come i precedenti, “Elisir d’amore” o “L’amore invisibile”, la parola magica amore, tema di fondo, spesso coniugata con “piacere”(La giostra del piacere).

Parigi, oggi: quattro ragazzine poco più cha adolescenti, compagne di scuola al liceo, sono amiche come lo si è a sedici anni. Marivaux, Julia, Anouchka, Colombe, Raphaelle si raccontano tutto, si confidano sui temi più intimi: i rapporti con i genitori, sempre difficili, il rapporto con la sessualità, un appuntamento con il proprio corpo e la propria sensibile fragilità, e anche il rapporto con il sociale, la scuola, gli insegnanti, la propria espressività. Infatti come in ogni percorso scolastico anche le nostre quattro ragazze vogliono partecipare alla messa in scena di Romeo e Giulietta, la commedia d’amore per antonomasia che l’insegnante di teatro ha scelto di far rappresentare agli alunni. La scelta delle parti, l’attribuzione dei ruoli farà decollare la trama del romanzo che ha un finale drammatico e del tutto inatteso: i giovani protagonisti, maschi e femmine, si riveleranno molto più adulti della loro età e faranno scelte affettive ed emotive inattese e per certi versi coraggiose.

Gli adulti, genitori e professori, sembrano restare in disparte, ma in realtà giocano ruoli non sempre positivi; c’è la coppia di genitori che si sfalda di fronte alla dichiarata omosessualità del padre, che se ne va con il suo giovane amante, costringendo moglie e figlia a schierarsi. C’è la madre distratta che accompagna la figlia a Londra per un forsennato shopping e non capisce cosa avvenga nella testa della ragazza in quelle poche ore. C’è una rivalità femminile che man mano monta tra le cosiddette migliori amiche e spinge verso comportamenti dissennati.

Veleno d’amore è scritto in forma di diario, le pagine delle diverse protagoniste si alternano a scambi di e-mail, che raccontano come sia terribilmente ambigua e pericolosa la scelta di costruire rapporti virtuali basati su una connessione onnipresente, la cui autenticità e veridicità può riservare tragiche sorprese.

Il libro dunque comincia con un registro leggero, la ragazza che fa i conti con il proprio aspetto fisico, l’altra che si sente attratta dal compagno che la ignora preferendole una più carina, per poi avviarsi verso una conclusione dove l’educazione sentimentale, che è il tema di fondo del romanzo, ha dei risvolti molto pesanti che danno peso e sostanza alla storia molto attuale che Eric-Emmanuel Schmitt descrive con la sua usuale leggerezza e la sua innata capacità di grande narratore.