Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Segnalazioni di libri nuovi e ritrovati

Autore: Tiziano Tusi
Testata: Patria indipendente
Data: 19 marzo 2015

Un racconto lieve e denso, latinoamericano. Una notte nera si addensa negli occhi del protagonista, ragazzo, figlio del macellaio, che ama riamato la maestra che cura il figlio.
La macelleria è luogo emblematico di quello che fu il Cile di Pinochet ma è anche un luogo fisico di incontri tra vite minori e popolari del quartiere di una cittadina di provincia.
La notte nera negli occhi si spalma nella notte nera della dittatura che alla fine colpirà inesorabile distruggendo un amore nato da una favola e che aveva preso il padre del ragazzo e la maestra.
Quanto dev’essere stato orribile vivere in Cile in quegli anni. Quanto la vita fatta di poche e semplici cose è stata maciullata dalla forza bruta di un potere oscuro e nero come la notte – discorsi scorbutici, grappa e carte, insoddisfazione per il futuro – aspettando il miracolo di un incontro con l’amore della vita, con il quale ballare ed amare fisicamente.