Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Estasi culinarie

Autore: Andrea Bernardini
Testata: Bene insieme
Data: 15 dicembre 2008

Ecco un’altra idea niente male per risolvere l’annosa questione dei regali da fare a natale (dite la verità anche stavolta non sapete che pesci prendere…). Un bel romanzo firmato da Muriel Barbery, l’autrice dell’Eleganza del riccio, bestseller internazionale tradotto in trentuno lingue e vincitore di numerosi premi. Siamo a Parigi. In un palazzo signorile di rue de Grenelle, monsieur Arthens, il più grande critico gastronomico del mondo, vero e proprio maestro della degustazione, sente avvicinarsi la fine. Il “tiranno” egocentrico e sprezzante, che grazie al suo potere illimitato decide le sorti dei cuochi più famosi, cerca prima del trapasso “di recuperare un sapore primordiale e sublime, un sapore provato e che ora gli sfugge, il Sapore per eccellenza”. Ha inizio così un viaggio gustoso e divertito che ripercorre la carriera del critico dall’infanzia ai sapori della maturità, attraverso l’esaltazione di piatti poveri e prelibatezze dell’alta cucina. La Barbery conferma qui che la sua dote migliore è la leggerezza, riuscendo a raccontare, oltre alle delizie e ai languori della vita, la brutalità del potere. In un “milieu” spietato nel quale – è cronaca di questi anni – uno chef si suicida perché ha perso una stella michelin.