Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Massimo Carlotto - La banda degli amanti

Autore: Elena Spadiliero
Testata: La bottega di Hamlin
Data: 8 aprile 2015

Avete sentito la mancanza dell'Alligatore, alias Marco Buratti? L'attesa è finita, perché Massimo Carlotto ha firmato un nuovo romanzo con il suo protagonista più noto, La banda degli amanti, pubblicato dalle Edizioni e/o. Ricordate? «Marco Buratti, detto l'Alligatore, nato e residente a Padova. Ex musicista e cantante blues. Vittima di un errore giudiziario, ha scontato sette anni per partecipazione a banda armata […]. In libertà ha iniziato a collaborare come investigatore, senza licenza, con diversi penalisti. È utile per indagini riservate, nelle quali sia necessario stabilire contatti con ambienti extralegali». Un Buratti che presenta qualche traccia dello stesso Carlotto, soprattutto nella città d'origine e in quell'«errore giudiziario» che vide implicato l'autore a fine anni Settanta.


Accanto all'Alligatore tornano anche Max la Memoria e Beniamino Rossini. Ma, soprattutto, tornaGiorgio Pellegrini, già protagonsita di Arrivederci amore, ciao (da cui Michele Soavi ha tratto l'omonimo film, con Alessio Boni, Michele Placido e Isabella Ferrari) e Alla fine di un giorno noioso. L'"indagine riservata" su cui Buratti si ritrova ad investigare questa volta riguarda l'improvvisa scomparsa di un professore universitario, Guido Di Lello. L'unica a conoscere la verità sull'accaduto è la sua amante, la ricca Oriana Pozzi Vitali, membro di una facoltosa famiglia di industriali svizzeri. Di Lello è stato rapito e ad Oriana è stato chiesto un riscatto, che si è rifiutata di pagare. Travolta dai sensi di colpa, su consiglio di un legale, la donna decide di affidarsi all'Alligatore per scoprire cos'è realmente accaduto all'amante. Si torna così a Padova, dove la Pozzi Vitali aveva acquistato un appartamento per gli incontri segreti con Di Lello. Ed è lì che inizia lo scontro tra Pellegrini, Buratti, Max, Rossini e Giulio Campagna, un particolarissimo poliziotto.

 

Carlotto racconta una nuova storia di criminalità nel Nordest italiano, nel ricco e industrializzato Veneto dove prostituzione, droga e corruzione dilagano come nel resto della penisola. Spazio ancora una volta alla claustrofobica e bigotta provincia e a protagonisti complessi ed inquieti, ciascuno con un passato difficile con cui fare costantemente i conti. Una melodia blues potrebbe essere la perfetta colonna sonora per questa storia, da leggere sorseggiando un buon Calvados, particolarmente amato dall'Alligatore. Così, per entrare nello spirito giusto. Al resto penserà l'ottima scrittura di Carlotto, la trama appassionante e il ritorno di personaggi che da vent'anni ci regalano letture intense e coinvolgenti (il primo libro con l'Alligatore è del '95). Prendetevi un pomeriggio o una serata da dedicare a questo libro: La banda degli amanti non vi deluderà.


http://www.labottegadihamlin.it/letteratura/11973-massimo-carlotto-la-banda-degli-amanti.html