Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Piergiorgio Pulixi Il canto degli innocenti

Autore: Elena Spadiliero
Testata: La bottega di Hamlin
Data: 20 maggio 2015

Piergiorgio Pulixi è l'autore di eccellenti prove letterarie che abbiamo già avuto modo di recensire qui sulla Bottega: Una brutta storia, La notte delle pantere, L'appuntamento, tra gli altri. Lo diciamo subito: Pulixi è uno che (finora) ha sempre fatto centro e non delude nemmeno stavolta, con Il canto degli innocenti, un'altra “brutta storia” che non ha per protagonista il truce Biagio Mazzeo, bensì Vito Strega, che si trova ad indagare (in via non ufficiale, dal momento che è stato sospeso dal servizio per aver ucciso, in circostanze poco chiare, un collega) su una serie di delitti compiuti da ragazzi tra i dodici e i quindici anni.
 
Strega intuisce che esiste un collegamento tra quei casi, anche se gli adolescenti non si conoscono e i moventi dei crimini hanno tutti un'origine diversa. La collega Teresa, da sempre innamorata di lui, tenta in tutti i modi di coinvolgerlo, perché Strega ha una dono particolare: quello di capire la psicologia dei criminali, di “vedere” cose che altri poliziotti non vedono. Ha intuizioni risolutive, capaci di risolvere anche i casi più spinosi, ed è per questo, al di là del suo carattere imprevedibile, che in molti ne auspicano il rientro in servizio. Nella storia trovano spazio anche una psicologa, che segue il caso di Strega e che dovrà decidere o meno se è pronto per tornare in azione, la moglie di Strega, che lo ha lasciato per un altro uomo, ma di cui il commissario è ancora innamorato, e una donna misteriosa, Marina, il cui ruolo verrà svelato nel corso della storia.
 
Chi è il Burattinaio? Esiste davvero qualcuno che orchestra gli omicidi o, stavolta, Strega si sta sbagliando? Per scoprirlo non vi resta che leggere il libro. Il canto degli innocenti è solo il primo di tredici episodi che andranno a comporre I canti del Male, la serie poliziesca che si pone l'obbiettivo di raccontare il Male in tutte le sue forme. Perché la vera sfida per Vito Strega è proprio questa: combatterlo, il Male, senza diventare parte di esso. La saga indagherà sulla possibilità di perpetrare la giustizia scontrandosi quotidianamente con la colpa e i demoni interiori del protagonista. Essendo un ciclo di tredici episodi, possiamo dire tranquillamente che siamo di fronte a un progetto molto ambizioso: Il canto degli innocenti è già un ottimo esordio, per cui non ci resta che attendere i prossimi capitoli, per avere risposte a tanti quesiti nati nel corso della lettura (riguardanti, in particolare, il privato di Strega). Se ancora non lo avete fatto, recuperate questo primo volume: a livello di trama e di stile narrativo, Il canto degli innocenti è l'ennesima prova di un indiscutibile talento, quello di Piergiorgio Pulixi.

http://www.labottegadihamlin.it/letteratura/12243-piergiorgio-pulixi-il-canto-degli-innocenti.html