Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Per sempre

Autore: Pino Cottogni
Testata: Thrillermagazine
Data: 10 novembre 2015
URL: http://www.thrillermagazine.it/16206/per-sempre

La Edizioni e/o,nella collezione Sabot\Age ha recentemente inviato nelle librerie il romanzo Per sempre (2015), terzo titolo della saga di Biagio Mazzeo, un poliziotto corrotto che con altri poliziotti ha formato e comanda con pugno di ferro un “branco”, una formidabile banda criminale. Lo scrittore, Piergiorgio Pulixi, è ben conosciuto e apprezzato dai lettori italiani per i suoi romanzi che descrivono, sempre a tinte fosche, situazioni e avvenimenti veramente “tosti”. Per sempre è un romanzo che si può leggere anche senza avere letto i due precedenti ma certamente la figura del protagonista, degli altri personaggi e delle varie situazioni che si sono formate, sono meglio apprezzate avendo letto i due romanzi precedenti di cui siamo un breve riassunto: Tutto inizia con Una brutta storia, una saga che ha per protagonisti una banda di poliziotti che si muovono ai confini della legge; un romanzo che getta coraggiosamente luce su un argomento tabù come quello della corruzione nelle forze di polizia. "Una brutta storia" è un dramma poliziesco corale che trasuda passioni, richiamando il pathos delle tragedie unito all'epica narrativa delle serie tv americane. Quella dell'ispettore Biagio Mazzeo non è una famiglia normale. È una famiglia composta solo da poliziotti. Un clan molto unito. Un branco dove si combatte insieme contro il crimine. Ma Mazzeo e i suoi ragazzi non sono poliziotti comuni: sono una banda di sbirri corrotti in seno alla Narcotici, che hanno preso il controllo delle strade col pugno di ferro. Mazzeo guida i suoi come se fosse un patriarca mafioso e farebbe qualsiasi cosa pur di salvaguardare l'integrità della sua famiglia: anche andare contro i suoi superiori o uccidere. Quando si presenta loro il colpo della vita, quello che potrebbe renderli tutti dei milionari, Mazzeo e la sua squadra non si tirano indietro. Ma il caso vuole che sulla loro strada spunti il cadavere di un criminale ceceno, non un delinquente qualsiasi, bensì il fratello di Sergej Ivankov, un potente mafioso ex leader della guerriglia di liberazione della Cecenia. Ivankov e il suo clan si recano in Italia in cerca di vendetta: quella che scateneranno contro Mazzeo e i suoi uomini sarà una guerra senza pietà. La saga prosegue con il secondo volume dal titolo La notte delle pantere. Per proteggere la sua squadra da uno scandalo di crimini e corruzione, l'ispettore Mazzeo finisce in carcere. Ma il suo sacrificio non può fermare le conseguenze di anni di crimini. I suoi uomini, infatti, hanno messo le mani su una partita di droga sbagliata, e lui da dietro le sbarre non può fare nulla. L'unica alternativa è scendere a patti con la legge imbarcandosi in una missione sporca e suicida. In un crescendo di violenza, vendette e corruzione, Mazzeo dovrà decidere da che parte stare, perché questa volta non c'è in gioco soltanto il distintivo, ma la vita. Il poliziotto corrotto e le sue pantere tornano con un dramma poliziesco dal ritmo adrenalinico, ricco di suspense. In questo terzo, avvincente romanzo, troviamo un Biagio Mazzeo ormai stanco e sfiduciato che ha scoperto sulla sua pelle che la paura dura più dell’amore. In seguito alle ultime vicende che l’hanno visto vendicare la morte del suo mentore, agli occhi della sua squadra di poliziotti appare come un uomo disposto a tutto, anche uccidere le persone a lui più vicine pur di preservare “la famiglia”. Ma dopo la scoperta che all’interno della sua squadra qualcuno l’ha tradito cercando di farlo arrestare, Biagio, ossessionato dai suoi fantasmi, capisce che deve eliminarlo per impedire che il tradimento si compia di nuovo. Ma il traditore è una delle persone a lui più vicine, riuscirà davvero a ucciderlo, sapendo così di dannarsi per sempre? Non è una decisione facile, anche perché nell’ex Jugoslavia Vatslava Demidov, la donna di Sergej Ivankov, il potente mafioso ceceno da lui ucciso, sta preparando la sua vendetta, mentre la rete della 'ndrangheta si estende sempre più sulla città pronta a chiudersi e divorarla, e Mazzeo e i suoi corrono il rischio di ritrovarsi in mezzo, pedine sacrificabili di un gioco ormai più grande di loro. Al termine della lettura di questo terzo romanzo della saga possiamo affermare che l’autore con Biagio Mazzeo ha saputo descrivere un personaggio con un carattere intrigante e avvincente. Una saga da leggere.